The Weeknd e Doja Cat insieme nel remix di "In your eyes"

The Weeknd e Doja Cat insieme nel remix di “In your eyes”

Il cantautore ha scelto la rapper astro nascente della scena rap statunitense, che ha conquistato TikTok con la sua “Say So”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – The Weeknd regala una nuova versione del suo ultimo singolo “In your eyes”.

Il brano, che arriva su tutte le piattaforme con un remix, si arricchisce della voce eterea di Doja Cat, astro nascente della scena rap statunitense, che ha conquistato TikTok con la sua “Say So”, divenuta in pochissimo tempo uno dei trend più pubblicati sul social del momento.

Collezione di record per The Weeknd

In Your Eyes” è il secondo singolo estratto dall’album dei record di The Weeknd, “After Hours”. Attualmente uno dei pezzi più trasmessi in radio, conta oltre 144 milioni di stream su Spotify e più di 23 milioni di views su YouTube.

L’album, considerato da pubblico e critica come il progetto discografico del 2020, dal canto suo continua a macinare successi. È stabile in top 10 nella classifica FIMI/Gfk da 8 settimane, dopo avervi debuttato alla numero 1, così come in Canada, Australia, Regno Unito, Irlanda, Svezia, Norvegia, Paesi Bassi, Belgio, Italia (per la prima volta) e Nuova Zelanda. L’album ha raggiunto la numero 1 su Apple Music in oltre 85 paesi e ha dominato la Spotify Global Chart, in cui 7 brani si sono classificati nella Top 10.

Anche il singolo “Blinding Lights”, certificato disco di platino in Italia, si conferma la hit del 2020 ed rimane stabile alla numero 1 della Global Spotify Chart dopo oltre 70 giorni, con oltre 923 milioni di stream sulla piattaforma. Ancora oggi è uno dei brani più suonati dalle radio ed è numero 1 nelle classifiche di 17 paesi.  

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it