A Roma apre Floating Theatre: 'simbolo di resistenza cinematografica'

A Roma apre Floating Theatre: ‘simbolo di resistenza cinematografica’

L'arena galleggiante sarà inaugurata dal Premio Oscar Oliver Stone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dalla sala cinematografica al laghetto dell’Eur: la magia della settima arte si accende in uno dei quartieri storici della Capitale con un calendario ricco di film e di ospiti nazionali ed internazionali. Si tratta di ‘TimVision Floating Theatre’, la prima esperienza galleggiante ecocompatibile di Roma realizzata da Alice nella città, in collaborazione con Eur Spa, con il Cinema Caravaggio e con il supporto di TimVision (che ha titolato la rassegna).

Presentata questa mattina in occasione della conferenza stampa a Palazzo Dama, la rassegna sarà inaugurata questa sera alle 20.30 dal regista Premio Oscar Oliver Stone: durante l’incontro con il pubblico presenterà in anteprima la sua prima autobiografia ‘Cercando la luce’ e introdurrà insieme a Fabia Bettini e Gianluca Giannelli, ideatori e organizzatori dell’iniziativa, il film cult del 1987 ‘Wall Street’ con Michael Douglas e Charlie Sheen.

Durante il lockdown ci siamo connessi con tantissime persone grazie all’iniziativa #CinemaDaCasa, durante cui abbiamo proiettato i film sulle facciate dei palazzi dalla finestra. Con la fine della pandemia e la chiusura delle finestre abbiamo sognato di poter tornare a proiettare film in un modo magico, ha dichiarato Giannelli.Abbiamo pensato a qualcosa che potesse spingere le persone a tornare al cinema e a stare insieme. Ed è proprio questo l’obiettivo del ‘Floating Theatre’ -ha continuato l’ideatore- simbolo di resistenza cinematografica a prova di Covid”.

Presente alla conferenza anche Stone, che questa sera accenderà la magia del cinema sospeso fra acqua e stelle.

‘Wall Street è il mio primo vero film realizzato da una vera casa cinematografica e con un elevato budget, ha raccontato il regista premio Oscar.Fino a quel momento – ha continuato Stone – nessuno aveva mai parlato di Wall Street e del business in un modo così approfondito. Dopo l’uscita di questo film, infatti, questo mondo ha attirato l’interesse delle prime pagine dei giornali e dell’uomo comune, che fino ad allora non aveva mai parlato di soldi perché considerato volgare. La visione del denaro è cambiata con l’avvento di Ronald Regan”.

‘Wall Street’ è solo uno dei tanti argomenti che Stone affronta nel libro. Il regista parla a ‘cuore aperto’ della sua infanzia, della guerra in Vietnam, dei suoi film, degli Oscar e del successo ad Hollywood.

Questo libro racconta i miei primi quarant’anni durante cui ho realizzato il sogno di fare un film importante: un obiettivo che ho raggiunto con tanto sudore, tanti fallimenti e tanti passi indietro, ha affermato il regista.Ma racconto anche di quando ero ragazzo -ha continuato- dell’esperienza devastante in Vietnam e di come questa mi abbia portato a vedere il mio Paese diverso da quello che ho sempre pensato che fosse mentre ci vivevo. Durante quegli anni non ho avuto modo di riflettere su quello che accadeva intorno a me. Non ho scelto di raccontare quello che ho vissuto dopo il 1987 perché il ritmo naturale della scrittura si è fermato ai quarant’anni. Il resto, forse, lo scriverò in un secondo libro”.

Roma rappresenta la prima tappa del tour italiano di presentazione di ‘Cercando la luce’, edito La Nave di Teseo, in libreria dal 27 agosto. Stone, infatti, lo presenterà anche alla 56a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, all’ottava edizione di Passaggi Festival della Saggistica a Fano, a Senigallia e a Venezia.

Da questa sera fino al 24 settembre il Floating Theatre, con una capienza di 150 posti con audio diffuso attraverso cuffie wireless, sono tantissimi gli eventi in programma. Dopo Stone un altro grande protagonista del cinema mondiale camminerà sulle acque del laghetto dell’Eur per incontrare il pubblico: si tratta di Matt Dillon che il 27 agosto -in attesa di presentare il festival di San Sebastian il suo nuovo film da regista ‘The Great Fellove’, il documentario sul musicista cubano Francisco Fellove- dialogherà con gli spettatori dell’arena e presenterà il suo esordio da regista del 2003 ‘City of ghosts’.

Inoltre, sono molti gli attori e registi che si alterneranno nelle diverse serate: da Igort, che aprirà le serate dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello con il suo ‘5 è il numero perfetto’, a Phaym Bhuiyan con ‘Bangla’, Carlo Sironi con ‘Sole’, Maria Sole e Ricky Tognazzi protagonisti della serata dedicata a Ugo, Emanuela Rossi con ‘Buio’ e Vincenzo Marra con ‘La volta buona’. E ancora, una serata speciale (in collaborazione con La Casa del Cinema) dedicata a Ferzan Ozpetek, che accompagnerà la proiezione de ‘La Dea Fortuna’, mentre Jasmine Trinca riproporrà dopo il debutto alla 77. Mostra del Cinema di Venezia il suo esordio alla regia con il corto ‘BMM- Being my mom’.

Inoltre, grazie alla collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma l’arena sull’acqua renderà omaggio al rapporto tra il cinema e l’Eur con tre proiezioni speciali: ‘Io la conoscevo bene’ di Antonio Petrangeli, ‘Nina’ di Elisa Fuksas e una dedica a Federico Fellini.

Tra gli appuntamenti più attesi anche l’anteprima italiana di ‘Mister Link’ di Chris Butler e la premiere delle prime due puntate di ‘Mrs. America’: la serie, già pluricandidata agli Emmy 2020 con protagonista Cate Blanchett, che racconta la vera storia del movimento sorto negli Anni 70 negli Stati Uniti con lo scopo di far approvare l’Equa Rights Emendament’, per il riconoscimento di pari diritti a tutti i cittadini senza distinzione di sesso. La serie debutterà il prossimo autunno in esclusiva su TimVision.

Nel corso della rassegna saranno presentati tanti successi della stagione passata come ‘Parasite’ di Bong John Ho, ‘C’era una volta…a Hollywood’ di Quentin Tarantino, ‘Green Book’ di Peter Farrelly, ‘Joker’ di Todd Phillips, ma anche tante nuove uscite come ‘Tenet’ di Christopher Nolan e alcuni restauri come ‘Palombella Rossa’, i ‘Goonies’ e “il restauro di ‘Gomorra’ di Matteo Garrone, che presenterà il film al pubblico dell’arena, ha annunciato Fabia Bettini.

Il costo dei biglietti è di 5 euro per l’ingresso unico, di 15 euro per l’ingresso family (due adulti e due ragazzi under 18), di 8 euro per il doppio spettacolo (ore 21 e ore 23). Tutti i biglietti scontati (family, 15 euro per quattro persone, e doppio spettacolo, 8 euro per due) potranno essere acquistati solo in cassa e non preacquistati online.

Tutte le informazioni sono su

www.floatingtheatre.it e www.alicenellacitta.com.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it