Cos’è Dolby Atmos? Tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia di Apple

La nuova funzione permette di ascoltare la musica in "3D"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un audio spaziale. È letteralmente quello che Apple Music ha lanciato in questi giorni per migliorare l’esperienza di ascolto dei brani in libreria. Dolby Atmos, questo il nome della tecnologia messa a punto da  casa Cupertino che – con l’ultimo aggiornamento dell’applicazione – vi permette di essere come circondati dalla musica. Per fare un parallelismo, è come se foste al cinema a vedere un film in 3D e al posto delle immagini super realistiche aveste la musica. 

Come si attiva Dolby Atmos?

Non è necessario fare nulla. Dolby Atmos è attivo per tutti i brani che sono stati ricaricati con questa tecnologia automaticamente. Unica accortezza può essere mantenere la funzione su “Sempre attivo” dalle impostazioni del proprio device. Basta cliccare, dalla lista, su Musica e selezionare l’opzione alla voce Dolby Atmos. Per quale motivo farlo? Per averlo con qualsiasi tipo di riproduzione. L’audio spaziale è attivo di default solo quando si utilizzano le cuffie, Apple o Beats. 

Cos’è l’audio Lossless?

A Dolby Atmos si aggiunge anche l’audio Lossless, una tecnologia che preserva ogni dettaglio della registrazione del pezzo durante la riproduzione. Per andare sul tecnico, sempre dalle impostazioni, si può selezionare una qualità di riproduzione che va da “Efficienza elevata” a “High-Resolution Lossless”, cioè da da 16 bit/44,1 kHz a 24 bit/192 kHz.

Dolby Atmos è disponibile su Spotify?

Dolby Atmos è al momento solo su Apple Music e l’azienda sta lavorando per renderlo disponibile anche su Android. Spotify ha rilanciato progettando Spotify Hifi, una nuova versione di abbonamento che segue lo stesso principio del minor numero possibile di perdite. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it