Curare il proprio aspetto come forma di amore verso se stessi

Il padre della medicina, Ippocrate, ci insegna che “Il corpo umano è come un tempio e come tale va curato e rispettato, sempre”. Se prendiamo in prestito il suo insegnamento, si può partire da un’importante quesito: quanto tempo riusciamo a dedicare a noi stessi? I ritmi frenetici della vita quotidiana, sempre più spesso scanditi da […]

Il padre della medicina, Ippocrate, ci insegna che “Il corpo umano è come un tempio e come tale va curato e rispettato, sempre”. Se prendiamo in prestito il suo insegnamento, si può partire da un’importante quesito: quanto tempo riusciamo a dedicare a noi stessi? I ritmi frenetici della vita quotidiana, sempre più spesso scanditi da numerosissimi impegni, non lasciano alle volte il tempo per dedicarsi alla cura di sé e del proprio aspetto. 

Molto frequentemente si tende ad occuparsi degli altri, ad avere cura e attenzione per l’altro mentre per noi stessi il tempo sembra scarseggiare. E così spesso il corpo resta in ombra, trascurato e ignorato, o comunque non valorizzato come meriterebbe. Amare se stessi è un passo fondamentale per avere cura di sé, ma occorre capire quali sono quegli aspetti positivi che vanno coltivati e che possono contribuire al benessere personale. Imparare ad ascoltarsi e dare valore al proprio corpo, al proprio aspetto, rappresentano un valore aggiunto alla vita di ognuno.

Curare il proprio aspetto non significa apparire superficiali se alla cura del corpo si affianca sempre quella dell’anima. Utilizzando un linguaggio psicologico si parla di psiche nel soma, quindi mantenere un’attenzione aperta sul proprio corpo significa in qualche modo prendersi cura anche degli aspetti più profondi e nascosti. Forse il giusto equilibrio sta proprio nel far coesistere queste due dimensioni, psiche e soma, anima e corpo, a dar loro la giusta importanza, il giusto spazio. 

La trascuratezza fisica può influire sull’umore della persona, rendendola cupa e spesso priva di energie. Quindi un tocco in più sul proprio aspetto non fa mai male! La nostra persona ha bisogno di amore e se pensiamo che molti dei processi dell’amore, dalla sessualità al batticuore nell’innamoramento avvengono nel corpo, allora l’interno e l’esterno viaggiano di pari passo e necessitano entrambi di cura e dedizione.

 

Lo sapevi che:

  • La principessa Sissi aveva una vera ossessione per il suo aspetto fisico: alta 1.72 cm, si imponeva di non superare mai il peso di 50 kg. Questo comportava dure diete e un’alimentazione di uova, arance, latte e succo di 6 kg di carne bovina spremuta.
  • A volte, il mestiere dell’attore richiede più lavoro e sacrificio di quanto si possa immaginare. Fin dagli albori del cinema, le trasformazioni fisiche sono state elemento di giudizio e di ammirazione per quegli attori che hanno cambiato completamente il loro fisico per interpretare al meglio un character. le star di Hollywood hanno dovuto mettere a dura prova il loro fisico, sottoponendosi a radicali cambiamenti fisici, spesso ingrassando o dimagrendo, ma anche sfoggiando capelli colorati, rasati  piercing, abiti o trucchi complessi e invasivi. La figura centrale di Cast Away non può che essere Hanks nei panni di un naufrago disperso su un’isola deserta per 10 anni. Per entrare nella parte, Hanks ha dovuto perdere ben 23 chili, sottoponendosi a 4 ore di allenamento giornaliero.
  • La trasformazione più estrema della storia del cinema riguarda Christian Bale che nel film “L’uomo senza sonno” perse 30 kg arrivando a pesarne 54! Come ha fatto? Con una dieta molto semplice: una mela, una tazza di caffè, un bicchiere di whisky e un numero imprecisato di sigarette al giorno. 

 

Dubbi o domande:

Anonima,
Sto andando dalla nutrizionista, mi ha dato la dieta…
Anonimo, 20 anni
Ho 20 anni, da un anno ho iniziato a soffrire di psoriasi…
Anonima, 16 anni
Ho il seno piccolo, è una condizione che proprio non sopporto…


Nel film “Come ti divento bella” il confine tra la bellezza oggettiva e il sentirsi bella è molto sottile…



2021-10-21T12:52:01+02:00