Pillon critica Drag Race con tanto di gaffe. La risposta a tono di Zorzi

Sui social il senatore si è scagliato contro il programma, secondo lui colpevole di sostenere una propaganda LGBT

Nuovo anno, nuova polemica per Simone Pillon. Il senatore questa volta si è scagliato contro Drag Race Italia, il programma di Discovery +, basato sul format del programma statunitense RuPaul’s Drag Race, che mette alla prova le abilità delle Drag Queen in gara.

“Ho felicemente rinunciato a Sky nel maggio 2021 e sono assolutamente convinto della decisione- ha scritto Pillon- visto che era ormai una continua propaganda LGBT. A quanto pare avevo ragione, se questo è ‘il meglio dell’intrattenimento’. 48 euro all’anno per vedere le Drag Queen? No grazie! Tanto più che rischiamo di finanziarli e poi di trovarli nelle scuole dei nostri figli a leggere fiabe gender…”. E aggiunge: “Con la somma di due abbonamenti (9 euro al mese) si può contribuire ad alimentare e ad istruire un bambino delle baraccopoli di Nairobi. Mi sembra che siano denari spesi molto meglio. Sbaglio?”.

La risposta di Zorzi

Un attacco con tanto di errore sottolineato da Tommaso Zorzi, tra i conduttori del programma che non va in onda su Sky. L’ex gieffino ha risposto con ironia con una story su Instagram:

“Ciao Simo, spero tu abbia passato buone feste. Qui l’unica persona che mi preoccuperebbe all’interno di una scuola sei tu. È così bello sapere che quello che faccio non ti piace, non hai idea. Sarei terrorizzato del contrario. Augurandoti di risolvere presto il tuo risentimento con Sky, ti auguro un buon 2022. P.s. il programma è su Discovery +”.

Pillon, al momento, non ha replicato.

2022-01-05T14:40:43+01:00