educare alla non violenza

Concorso ‘Oltre l’indignazione l’impegno’, premiate le scuole del Lazio

Roma – Sono stati annunciati oggi i vincitori del concorso “Oltre l’indignazione l’impegno” promosso lo scorso settembre dalla Regione Lazio e rivolto a tutte le scuole secondarie del territorio.

Presenti all’iniziativa, che rientra tra le attivita’ per la lotta alla violenza sulle donne, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il suo vice Massimiliano Smeriglio, l’assessore alle Pari opportunita’ Lucia Valente e quello alle Politiche sociali Rita Visini.

Il concorso e’ stato lanciato dopo alcuni fatti di cronaca eclatanti ed e’ stato pensato con l’obiettivo di prevenire episodi di violenza e di promuovere una mobilitazione culturale tra ragazze e ragazzi, docenti e scuole della nostra regione. Le studentesse e gli studenti hanno partecipato con poesie, racconti, video, fumetto, canzoni, insomma ‘opere intellettuali’ che, mediante creativita’, passione e impegno dei giovani coinvolti, fossero in grado di trasmettere un messaggio di liberta’.

Le opere selezionate per ogni categoria sono 5 e saranno diffuse su tutti i canali della Regione Lazio, dando visibilita’ al lavoro degli studenti. Le scuole che hanno partecipato hanno ricevuto una targa dalla Regione Lazio per l’impegno preso. Al concorso hanno partecipato 60 scuole presentando 194 progetti: 50 poesie, 29 video, 33 racconti, 7 canzoni, 14 fumetti, 61 altre proposte (teatro, installazioni, disegni, fotografia, opere d’arte, balletto, elaborazioni grafiche, sinossi, manifesto contro la violenza sulle donne).

A Roma sono stati presentati 121 progetti provenienti da 33 scuole, a Frosinone 32 progetti da 11, a Latina 27 da 12, a Rieti 10 progetti da 2 e Viterbo 4 da 2. Tra le scuole vincitrici: l’IIS Einaudi di Roma per la sezione poesia, il Gioberti per la sezione video, l’Istituto comprensivo IV di Frosinone per la sezione fumetti e il Liceo scientifico e linguistico Fabrateria di Ceccano per la sezione canzoni. A ricordo del lavoro svolto il presidente della Regione Lazio Zingaretti ha scoperto una targa commemorativa all’interno dell’istituto Albertelli.