Dirigente Istituto Da Vinci: “Sport e palestre per più coesione”

Roma – Le palestre, con l’attivita’ sportiva, puo’ facilitare la coesione tra gli studenti. Ne e’ convinta Serenella Ottaviano, dirigente scolastico dell’I.I.S. L. Da Vinci-O. Colecchi di L’Aquila. Intervistata da Diregiovani, sottolinea l’importanza di praticare uno sport come il rugby (“È uno sport un po’ particolare per noi aquilani rispetto a tutte le altre discipline”) e in generale tutte le discipline sportive: “Il rugby e’ uno sport che vede questo ossimoro, rudezza e apparente, o forse reale, violenza in campo e un grande spirito di coesione, una armonia di squadra anche tra squadre in competizione”. Inoltre “le palestre, con l’attivita’ di scienze motorie e sportive nelle scuole servono a facilitare coesione, a fare gruppo, a fare in modo che si crei il gioco di squadra.

Anche colui che non e’ motivato, anche la classe o il gruppo di una classe che partecipa e che non e’ motivato allo studio, riesce a tirare fuori la grinta che puo’ usare il docente di scienze motorie e sportive per stimolarli a fare lo stesso anche in altre discipline”. A proposito di coesione e di effetti positivi dello sport, la preside ha raccontato un episodio: “Quest’anno anno in particolare e’ stato interessante per questo istituto, abbiamo vinto anche una ‘partita del cuore’, una partita di calcio che si organizza per le squadre delle scuole cittadine”. Un giorno “mi ha telefonato un docente allenatore di calcio e mi ha passato il capitano della squadra. Hanno vinto e lui e’ un ragazzo particolare che forse anche quest’anno non ce la fara’. Ma al telefono ha detto ‘preside, abbiamo vinto per lei’. È stato molto emozionante”.