la scuola per ricominciare

‘I cuori non tremano’

Roma – Una giornata insieme di sport e di integrazione tra i bambini delle scuole calcio di Amatrice, Arquata, Accumuli e quelli del “calcio integrato” della AS Roma. La Roma Cares e l’Accademia di Calcio Integrato, con la collaborazione di Gruppo HTR, invitano i tre Comuni colpiti dal terremoto a trascorrere una giornata insieme, di calcio, di solidarietà, di socialità, affinché i bambini e le loro famiglie possano sentire e condividere come lo sport vero riesca a comunicare la gioia di stare insieme.

Il calcio integrato ha lo scopo di promuovere l’attività motoria e l’insegnamento del calcio nei giovani tra i 6 e i 12 anni al fine di migliorare da un lato la qualità della loro vita attraverso la pratica sportiva continuativa nel tempo e dall’altra di insegnare un modello di calcio a loro adeguato, ma anche per costruire una community in cui scuola, famiglia, organizzazione sportiva e staff possono sentirsi parte di un progetto.

Lo scopo del progetto è di creare le condizioni per favorire l’empowerment di ogni bambino, cosi come è stato definito dal Comitato Paralimpico Internazionale. Il programma della giornata è ricco di attività: su i 2 campi del Centro Sportivo Pio XI si svolgeranno diverse partite “in campo con il tuo amico ” ogni bambino di Calcio Insieme giocherà con il compagno di classe che avrà invitato. Sull’altro campo, i bambini ospiti giocheranno con i bambini del calcio integrato e avranno l’opportunità di allenarsi guidati dagli istruttori della A.S. Roma. A pranzo tutti insieme per il “terzo tempo”, un pic-nic in compagnia di tutti i partecipanti. Sarà presente la dirigenza della A.S. Roma oltre a un grande calciatore, Federico Balzaretti, molto sensibile al mondo dei bambini. La giornata avrà inizio alle ore 10.30 e terminerà alle ore 13.30.