la scuola per ricominciare

Inaugurata nuova scuola ad Arquata del Tronto

arquata-del-tronto-terremoto_-23-sep-2016Ancona – “Oggi e’ una giornata importante perche’ e’ il primo segno concreto della ricostruzione. Un segno forte nel territorio di Arquata”. Con queste parole il presidente della Marche, Luca Ceriscioli, ha partecipato questa mattina all’inaugurazione della nuova scuola primaria di Arquata del Tronto. La struttura e’ stata realizzata grazie alla Fondazione ‘Francesca Rava’ e alle sottoscrizioni pervenute al comitato ‘Un aiuto subito’ del Corriere della Sera e La7.

All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, i direttori del Tg di La7 Enrico Mentana e del Corriere della sera, Luciano Fontana, il commissario Vasco Errani, e il Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio. “Ripartire con la scuola significa ricostituire il nucleo fondante di una comunita’ ed ad Arquata questo ha un valore ancora piu’ significativo- ha detto Ceriscioli- Questo e’ il luogo da dove tutto e’ cominciato col primo sisma. Dove ci sono state le vittime tra cui numerosi bambini, ai quali la scuola e’ stata intitolata. Quindi ogni cosa chi si fa ad Arquata e’ come se valesse doppio”. La scuola ospitera’ un centinaio di bambini che hanno iniziato l’anno scolastico nelle tensostrutture.

Per i primi mesi pero’ la struttura, un prefabbricato coibentato e antisismico di quasi 600 metri realizzato in poco piu’ di un mese, rimarra’ inutilizzato. Il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci infatti dopo le scosse del 28 e del 30 ottobre ha firmato l’ordinanza di evacuazione del Comune di Arquata ed ha trasferito gli studenti a San Benedetto del Tronto. La scuola e’ stata dedicata a Marisol Piermarini ossia la vittima piu’ giovane del sisma del 24 agosto. “Nella crescita che il sisma ha avuto nella regione Marche, nella molteplicita’ delle cose da fare oggi, non si dimentica quello che e’ accaduto in questa comunita’- ha concluso Ceriscioli- quindi nel momento in cui riusciamo, un pezzo alla volta, a realizzare la ricostruzione, per noi e per tutti quanti la ripartenza di questa comunita’ ha un valore simbolico speciale”.