Un nuovo anno scolastico

E’ appena iniziato un nuovo anno scolastico e vorrei che la mia classe fosse diversa, un po’ più silenziosa e, come dice la nostra professoressa, meno chiacchierina.
Mi piacerebbe anche che la scuola cominciasse alle 10:30, come avviene in alcuni istituiti in Inghilterra, infatti degli studi sostengono che iniziare la scuola più tardi aiuta ad essere più attivi.
Inoltre è importante che gli alunni non facciano un uso “spietato” di telefoni, computer o oggetti tecnologici prima di andare a letto perché ciò provoca insonnia.
Quest’anno ci sono stati dei cambiamenti a scuola che riguardano l’aula, i nostri spazi e i professori.
C’è anche una novità, abbiamo la LIM, una specie di grande televisore dove puoi guardare film-documentari per esempio di storia o geografia o fare esercizi di diverse discipline.
Ci sono anche tre nuovi insegnanti, che ancora non ho conosciuto, ma spero siano preparati, bravi e anche simpatici.
Vorrei che quest’anno sia interessante e stimolante per me come lo è stato l’anno scorso e mi impegno a studiare con volontà ed interesse per imparare e conoscere nuove cose, importanti per arricchirmi.
Mi piacerebbe inoltre che non ci fossero battute pesanti e prese in giro per i cognomi tra i compagnie e che ognuno di noi rispettasse e ascoltasse i professori senza fare troppa confusione.
L’italiano è la mia materia preferita, la studio con passione, e mi piace molto anche scrivere e leggere soprattutto romanzi gialli, tanto che qualche volta provo a risolvere i misteri.
Se potessi decidere io l’orario scolastico sceglierei di fare sempre italiano, ma mi rendo conto che non tutti i miei compagni sarebbero d’accordo.
Spero che quest’anno sia stimolante, piacevole e pieno di nuove sorprese anche grazie alla possibilità di utilizzare la LIM per rendere più movimentate le lezioni.

Elisa Manganiello

classe IIA

I.C. Pallavicini-plesso Bachelet-Roma