se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Durante i preliminari ho avuto un breve rapporto…

Vi illustro brevemente la mia situazione:
età: 17 anni
ultimo ciclo: 11 maggio
ciclo regolare di 28 giorni
il 21 maggio, durante i preliminari con il mio ragazzo, ho avuto una breve (ca. 4-5 secondi) penetrazione senza protezione, ma senza eiaculazione.
3 giorni dopo ho avuto un episodio di emicrania con aura (mi era capitato solo una volta 6 anni fa); il giorno dopo per sicurezza ho preso la pillola dei 5 giorni dopo Ellaone; poi finora nessun sintomo rilevante (un pò di stanchezza ma è stato un periodo faticoso, meno fame, sono anche un pò dimagrita ed anche il seno è diminuito).
Sono a 2 giorni di ritardo del ciclo; mi devo preoccupare o a vostro parere posso stare abbastanza tranquilla? Grazie per la risposta!!
Vale, 17 anni

Cara Vale,
da quanto scrivi ci sembra di capire che la penetrazione non protetta sia avvenuta all’inizio del tuo periodo di fertilità, che in un ciclo regolare di 28 giorni cade tra l’11° e il 18° giorno, e tu eri all’11°. È vero anche che non vi è stata eiaculazione interna che invece è indispensabile affinchè si instauri una gravidanza. Detto questo, ci sentiamo di tranquillizzarti su un possibile rischio. In questa circostanza non è da escludere l’assunzione della pillola dei 5 giorni dopo, Ellaone, che può portare ripercussioni sul piano fisico, portando sintomi quali stanchezza, disturbo dell’appetito, ritardo o anticipazione del ciclo mestruale. Quindi possiamo pensare che i sintomi da te descritti rientrano nell’assunzione di tale pillola. Detto ciò, ti consigliamo di chiedere sempre un consulto alla ginecologa di tua fiducia e non decidere in autonomia circa l’assunzione di farmaci, al fine di evitare intolleranze e reazioni indesiderate. Per il futuro ti consigliamo, inoltre, di iniziare a pensare ad un anticoncezionale che possa aiutare te e il tuo ragazzo a vivere la sessualità libera da ansie e da preoccupazioni. In tal senso, la ginecologa può sostenervi e aiutarvi nella scelta.
Speriamo di esserti stati di aiuto.
Un caro saluto!