se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho avuto un rapporto con coito interrotto ma poi è arrivato il ciclo…

Salve,avevo una domanda da fare:Il 10 di questo mese ho avuto un rapporto completo con il mio ragazzo ma ha fatto il coito interrotto so che non è il massimo ma non aveva preservativi a portata al momento,successivamente il 23 ho avuto il ciclo è durato 5 giorni e la mattina solamente del 6 giorno.Il ciclo mi è venuto con due giorni di anticipo posso stare tranquilla secondo lei?
Perché ero tranquillissima finché ho letto di falso ciclo e altro e mi sono sorti dei dubbi posso avere una conferma se posso ritenermi fuori rischio e un chiarimento sulle finte mestruazioni gentilmente?
Grazie mille

Anonima

Cara Anonima,
solitamente non consideriamo il coito interrotto un metodo contraccettivo valido per il fatto che non è sempre facile controllare il proprio corpo ed avere la certezza del momento esatto in cui avviene l’eiaculazione.
Considera che in un momento di estremo piacere, come quello provato durante un rapporto sessuale, l’azione della mente può non essere efficacie nel bloccare tempestivamente il corpo provvedendo così all’interruzione del coito.
Proprio per questo non possiamo darti la totale certezza che non ci sia un rischio di gravidanza anche se l’arrivo della mestruazione ci fa  pensare il contrario.
In linea generale le perdite da impianto o il così detto “falso ciclo” hanno caratteristiche distinguibili dal normale ciclo mestruale poiché si presentano con un flusso più leggero, spesso di colore rosa-marrone chiaro. Tuttavia non tutte le donne sono uguali e manifestazioni soggettive possono determinare delle variabili che non ci permettono di identificare un unico fenomeno considerabile come universale.
L’anticipazione delle mestruazioni potrebbero anche dipendere da delle variazioni dettate dal cambiamento dei livelli ormonali, della dieta o climatici ma anche dallo stress. In ogni caso non necessariamente indicano uno stato patologico o una gravidanza in corso.
Per eliminare ogni dubbio ti suggeriamo di effettuare un test di gravidanza almeno quindici giorni dal rapporto a rischio.
Potrai così avere una risposta certa e fugare ogni tua preoccupazione.
Speriamo di esserti stati d’aiuto; torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!