attualita

Università di Cassino, Betta: immatricolazioni positive, bene anche laureati

rettore università cassino bettaRoma -“Sono due anni che stiamo facendo segnare un ‘piu” al segno delle nostre immatricolazioni: e’ un dato positivo, ci fa vedere con tranquillita’ il nostro futuro”. Lo ha detto Giovanni Betta, rettore dell’Universita’ di Cassino e del Lazio Meridionale, intervistato dal portale Diregiovani.it. Nel fare un punto della situazione dell’ateneo ciociaro, il rettore ha parlato di ‘buon numero’ di laureati: “C’e’ stato un boom quando e’ nato il ‘3+2’, quindi ogni ragazzo invece di raggiungere un risultato ne raggiungeva due”. Dopo l’aumento di laureati, “una fase di fisiologico assestamento. Continuiamo comunque a produrre un numero significativo di laureati”. Nelle scorse settimane uno studio partito da Chicago sul ‘nepotismo’ nelle universita’ ha piazzato l’ateneo cassinate al 13esimo posto su 84 universita’ italiane.

Lo studio e’ stato condotto da un italiano, un ‘cervello in fuga’, ed e’ stato realizzato sui cognomi. “Uno studio e’ inefficace se fatto sui cognomi- ha replicato Betta- Mi sono divertito a vedere al nostro interno quanti rapporti di parentela ci sono. In questo momento non mi risulta ci siano genitori e figli. Pero’ abbiamo 4 Russo, 3 Esposito, ma che a stento si conoscono. Viceversa se ci fossero una madre e un figlio non sarebbero identificati da uno studio del genere. È uno studio sbagliato. Bisognerebbe andare oltre i cognomi”. Nei giorni scorsi presso l’universita’ si sono tenuti il Career day e Unicas orienta, in entrambi i casi con risultati soddisfacenti per Betta: Unicas orienta “sono stati due giorni molto positivi. Duemila ragazzi sono un buon flusso, la percezione che si e’ avuta e’ stata di un generale apprezzamento per quella che e’ la nostra realta’ universitaria”. A proposito del Career day “94 aziende hanno aderito, migliaia di curriculum caricati in rete e scaricati dalle aziende. Con questa giornata abbiamo fatto un buon servizio. L’universita’ vuole offrire ai ragazzi del liceo una scelta consapevole e ai laureati una opportunita’ lavorativa”.

 

Video di Matteo Ricci