attualita

La piccola Lizzy ha incontrato Papa Francesco

1 imageedited

Roma – Si è avverato ieri il sogno della piccola Lizzy, la bambina americana affetta dalla sindrome di Usher di tipo 2, una rara malattia genetica che la farà sprofondare nel giro di qualche anno nel buio e nel silenzio. Lizzy ha 6 anni e vive a Bellville, in Ohio, papà Steve e mamma Christine, entrambi cattolici di origine italiana, hanno chiesto alla figlia una “lista di cose assolutamente da vedere”, per poterle regalare quei ricordi che altrimenti non avrebbe mai avuto. La sua storia, resa nota da alcuni media americani la scorsa estate, ha fatto il giro del mondo ed è partita così una commovente gara di solidarietà senza confini. In cima alla lista Lizzy avrebbe voluto abbracciare Papa Francesco. La Turkish Airlines ha messo così a disposizione i biglietti aerei per Roma e Lizzy Myers e famiglia sono stati ospitati in un albergo che ha offerto loro il soggiorno nella capitale. Ieri al termine dell’udienza generale, Papa Francesco si è avvicinato alla piccola, le ha posto le mani sugli occhi per una benedizione e le ha accarezzato i capelli e il volto; dopo averle dato un bacio, ha scambiato qualche parola con lei, con la sorellina Kayla e con Steve e Christine Myers. Un regalo immenso e un’emozione che nessuna malattia potrà rubare alla piccola Lizzy.