tech

Google Chrome 60 il nuovo browser è già disponibile. Ecco le novità

Google Chrome 60ROMA – Si chiama Google Chrome 60 il nuovo browser di Big G. Il motore di ricerca è già disponibile, in versione gratuita, sulle piattaforme Windows, macOS e Linux.

Google Chrome, il più amato

Google Chrome, a prescindere dalla sua ultima versione, è il browser più amato e più usato nel mondo. Nel settore desktop, ad esempio, è preferito dal 63,2% degli utenti. Mette così in riga sia Internet Explorer che Firefox. La musica non cambia se ci si sposta sul mobile. La percentuale di preferenza è più bassa, il 47,3%, ma conquista comunque il primo posto. Piazza d’onore per il Safari di Apple, poco più del 21% di preferenze, e gradino più basso per UC Browser (14.6%).

Google Chrome 60, tutte le novità

Il nuovissimo “60” porte con sé non poche novità. Alcuni evidenti ai naviganti, altre più nascoste ma in grado di rendere l’esplorazione del web più fluida e sicura.

L’addio a Adobe Flash

Il divorzio tra Google e il visualizzatore Adobe era nell’aria da tempo. Flash ha perso la sua posizione dominante e ilGoogle Chrome 60 numero dei siti che necessitano del plugin per una corretta visualizzazione sono decisamente calati. Fino a qualche anno fa, senza Adobe Flash non potevano essere visualizzati circa l’80 per cento dei siti in circolazione. Oggi la percentuale è scesa a meno del 20 per cento. Da qui la scelta di Google di farne a meno. Questo però non vuol dire che i siti che ancora fanno uso di Adobe non saranno più visibili. Per visualizzarli però sarà necessario attivare il plugin che fino a ieri era in automatico. Google Chrome, sposa così la nuova tecnologia HTML5 considerata più sicura e performante. Una scelta fatta dalla maggior parte dei siti che hanno accantonato proprio Flash.

Google Chrome 60, acquisti sicuri

Arriva la compatibilità con il sistema Payment Request API. Un sistema più sicuro quando, nei moduli di pagamento, si inseriscono dati sensibili come quelli della carta di credito.

Google Chrome 60, piattaforma utile agli sviluppatori

Aggiornamento anche per la Credential Management API. Tutti gli sviluppatori possono sentirsi più sicuri quando immettono le credenziali per accedere alle aree personali.

Google Chrome 60, nuova barra di ricerca

In questo caso, sui Mac, si parla di una vera e propria Touch Bar. Per tutti gli altri ci troviamo di fronte ad una barra di ricerca estremamente personalizzabile.

Google Chrome 60, navigazione in incognito più chiara

Per motivi personali o di lavoro, come nel caso di computer condivisi, tutti possono sentire la necessità di non mostrare i risultati della propria navigazione. Con Chrome la possibilità di navigare in incognito diventa più chiara e dettagliata.

Google Chrome 60, mobile

Nei prossimi giorni, o forse nel giro di una settimana, la nuova versione del browser sarà disponibile anche per i sistemi Android e iOS.