Bathesa realizza il desiderio di un bambino malato grazie a Fallout 76

Bathesa realizza il desiderio di un bambino malato grazie a Fallout 76

Un bambino di 12 anni affetto da una grave forma tumorale ha visto esaudirsi il suo grande desiderio: giocare al nuovo Fallout 76.
Il gioco uscirà il prossimo 14 novembre, ma il piccolo Wes non sa se riuscirà ad averlo in mano. Ha un neuroblastoma al quarto stadio e i medici hanno deciso di interrompere la terapia.

A realizzare il desiderio di Wes ci ha pensato Bethesda, la casa sviluppatrice del gioco.

L’assistant director Matt Grandstaff ha guidato per 4 ore, dal Maryland fino in Virginia (dove si trova la casa di Wes), per consegnare personalmente una copia in anteprima del gioco, compreso un prototipo del casco dell’armatura atomica, che sarà incluso nell’Edizione Armatura Atomica.

Il suo, però, è l’unico firmato da Todd Howard, game director di Bethesda.
Grandstaff ha passato la giornata a guardare Wes giocare, regalandogli momenti indimenticabili.

Wes non ha potuto tenere con sé Fallout 76 perché il gioco non è ancora pronto, ma “solo quelle poche ore di gioco lo hanno reso più felice di quanto possiate immaginare”, ha scritto il papà di Wes su Facebook.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it