L'Eurovision 2020 diventa uno show di solidarietà

L’Eurovision 2020 diventa uno show di solidarietà

La gara è rimandata al 2021 ma la musica non si ferma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Eurovision Song Contest 2020 non si farà. Qualche settimana fa, come potete leggere QUI, la gara è stata cancellata e rimandata al 2021. Rammarico a parte, però, la musica non si ferma. È così che la kermesse diventa uno show benefico dal titolo “Eurovision: Europe Shine A Light”. Andrà in onda il 16 maggio a partire dalle 21 sul canale YouTube ufficiale dell’ESC. Lo staff della competizione sta lavorando affinché le singole televisioni possano mandare in onda lo spettacolo anche sui loro canali. 

Musica, unione e sorprese

La serata sarà presentata da Chantal Janzen, Edsilia Rombley e Jan Smit. Parteciperanno tutti i 41 cantanti che avrebbero dovuto sfidarsi nelle giornate dal 12 al 16 maggio. Gli artisti, compreso il nostro Diodato che ci avrebbe rappresentato con “Fai rumore”, saranno collegati da casa propria e canteranno anche una delle hit che ha fatto la storia delle passate edizioni con un testo unificato e adeguato ai tempi che stiamo vivendo. Un segno di speranza e di forza.

Non mancheranno le sorprese. Si uniranno anche cantanti che hanno partecipato nelle edizioni precedenti. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it