Con le passioni superiamo la paura. Arriva in libreria "Il vestito di Lia"

Con le passioni superiamo la paura. Arriva in libreria “Il vestito di Lia”

Una storia di Sara Marconi con le illustrazioni di Daniela Costa per edizioni corsare. Un invito ad avere fiducia nella forza dei bambini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Roma – Una storia sulle passioni che infiammano e aiutano a trovare la propria strada. Un invito ad avere fiducia nelle bambine e nei bambini, a rispettare i loro tempi e a porsi in ascolto. “Il vestito di Lia” di Sara Marconi e illustrato da Danilela Costa è in uscita per edizioni corsare il prossimo 15 ottobre.

Lia ha molte paure: dei topi, dei gatti, dei bruchi pelosi e degli sconosciuti con il cappello. Non ama i corsi di teatro e sciare non fa per lei. Le piace soltanto giocare con la sua amica Emma, suonare il pianoforte e leggere storie di animali. 

Ma c’è una grande novità in arrivo: dovrà esibirsi in un saggio musicale! Timorosa com’è, sicuramente non lo vorrà fare… Tutta la famiglia è in fibrillazione e si mobilita: chi avrà il coraggio di darle la notizia? Quali parole useranno? Come faranno per convincere la bambina? Lia li sorprenderà tutti.

«Volevo parlare della forza dei bambini, anche di quelli che in genere non sono considerati forti – dice Sara Marconi – Spesso pensiamo che faranno troppa fatica, che “non ce la faranno”; e invece sanno spiazzarci, scartano di lato e ci lasciano lì, a guardarli andare. 

Poi volevo parlare di quel territorio felice che è la propria passione, a ciascuno la sua: la musica di Lia e la mia scrittura, ma anche gli scacchi o la falegnameria o la ginnastica acrobatica. Non importa. Quella cosa che ti fa sentire al tuo posto, al posto giusto. Quella cosa che quando la fai non ci sono più dubbi timori e incertezze. Quella cosa preziosa che va cercata e custodita e protetta. 

La storia di Lia per me è tutto questo ed è anche l’incontro con Daniela Costa, che l’ha fatta subito sua e l’ha illustrata raccontandola di nuovo, aggiungendo profondità e bellezza ad ogni pagina. Le sono molto grata».

«Lia e la sua storia sono un condensato di emozioni in una trama apparentemente semplice ma con un sottotesto ricco che racconta della proiezione delle paure adulte, di quel confine che ad un certo punto non si sa più a chi appartiene. – Spiega Daniela Costa – Noi adulti dovremmo conoscerlo questo condizionamento, ma siccome i bambini sono i nostri maestri, sanno sempre come stupirci. I personaggi e gli ambienti sono nati dalle matite e dagli acquerelli, un tratto e poi l’altro per caratterizzarli tutti. I topolini si affacciano al libro fin dalle prime pagine creando una piccola storia parallela. Sentivo il bisogno di dare più chiavi di lettura e spero davvero di esserci riuscita»

Il vestito di Lia è una storia gentile e profonda sulla forza dei bambini e sulla potenza delle passioni, che spingono a superare le proprie paure.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it