tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani


Prime campanelle, il saluto del ministro Giannini
Prime campanelle di scuola e primi appelli in classe, questa mattina, negli istituti di Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Molise, Piemonte, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto. A tutti gli studenti che oggi hanno inforcato gli zainetti per il primo giorno di scuola gli auguri e i saluti del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. In un breve post apparso sui principali social network, il ministro ha augurato ai ragazzi, alle loro famiglie, agli insegnanti e a tutto il personale della scuola i migliori auguri. “Sarà un anno di sfide importanti e grandi responsabilità”, ha sottolineato. Difficoltà, ha poi spiegato, che “affronteremo con molti strumenti in più rispetto al passato, per fare della scuola il vero motore del cambiamento. Uno spazio da abitare non solo durante l’orario delle lezioni. Una scuola al centro di ogni comunità, aperta alle realtà che la circondano, alle famiglie, al territorio. Una nuova scuola, insieme”.

Siria, da oggi un debole cessate il fuoco
Dovrebbe partire dal pomeriggio di oggi il cessate il fuoco in Siria. Una tregua raggiunta grazie all’intesa siglata da Russia e Stati Uniti. L’intesa e’ stata siglata a Ginevra dal Segretario di Stato Usa, John Kerry, e dal ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, presente l’inviato Onu Staffan De Mistura. Il condizionale sulla tenuta del cessate il fuoco è però d’obbligo. Le fazioni presenti in Siria restano, però, guardinghe nei confronti del governo di Assad. Governo che, tramite l’agenzia di Stato Sana, ha fatto sapere di aver approvato la tregua. Per De Mistura l’accordo di Ginevra è “una finestra che apre opportunità” soprattutto per permettere l’accesso degli aiuti umanitari. La tregua potrebbe preludere, se reggerà, ai primi attacchi congiunti di Mosca e Washington contro le postazioni dell’Isis.

Cellulare sempre in mano, 7 italiani su 10 soffrono della Sindrome da Handphone
Gli italiani sono ossessionati dal proprio cellulare. Secondo uno studio condotto da 50 esperti di sociologia e antropologia sono 7 su 10 quelli con lo smartphone sempre in mano. Sarebbero quindi il 72% degli italiani a soffrire di quella che è stata denominata Sindrome da Handphone. Lo studio è stato realizzato coinvolgendo 4.500 persone tra i 18 e i 65 anni attraverso un monitoraggio online effettuato sui principali social network, blog e community interattive, per il lancio della campagna ‘Coppa Libera Tutti’. Un’iniziativa che comprende un decalogo vero e proprio utile a staccarsi dal proprio telefono e tornare a vivere la quotidianità. Secondo gli studiosi gli italiani si connettono ovunque. Al primo posto ci sono i mezzi pubblici (78%), seguiti dal luogo di lavoro (69%), bar e locali (65%), casa (54%), scuola e Università (47%) e pure in vacanza (41%). Per “disintossicarsi” è quindi bene spegnere ogni tanto il telefono, fare attività fisica rilassandosi e soprattutto resistere.

Catturandi Nel nome del padre. La grande fiction ancora su Rai 1
Parte stasera CATTURANDI – NEL NOME DEL PADRE, la serie tv in 6 puntate che andrà in onda su Rai Uno, alle 21:10, con raddoppio domani 13 settembre, e poi a seguire tutti i lunedì. Co-prodotta da Rodeo Drive e Rai Fiction, Catturandi è una serie tv di alto profilo, legata alla cronaca, che mostra aspetti inediti della lotta delle istituzioni contro la criminalità, senza trascurare i sentimenti. La serie è diretta da Fabrizio Costa. Tra gli interpreti Anita Caprioli, Alessio Boni, Massimo Ghini, Raniero Monaco di Lapio, Leo Gullotta, Marta Gastini e Vincenzo Amato. Il soggetto è di Luca Rossi e Alessandro Fabbri che hanno curato anche la sceneggiatura. Attraverso un’architettura e una trama avvincenti, la serie racconta l’epica lotta tra Stato e Mafia da un punto di vista nuovo: quello della Catturandi di Palermo, squadra d’élite della Polizia deputata all’arresto dei grandi latitanti. Dai pedinamenti invisibili alle azioni celebrate nelle prime pagine dei giornali, dalle simpatie nate tra colleghi agli amori e ai tradimenti, in un mondo in cui tutto è doppio e nessuno è come sembra, le sei puntate acquistano un ritmo sempre più serrato fino al clamoroso colpo di scena finale.

Emis Killa, ritorno in musica con “Terza Stagione”
A tre anni di distanza da “Mercurio”, Emis Killa pubblica il nuovo album “Terza Stagione”, in uscita il 14 ottobre, un disco che ancora una volta metterà in luce la sua versatilità artistica. “Terza Stagione” conterrà, oltre al brano “Non era vero”, pubblicato a sorpresa la scorsa primavera, la hit estiva “CULT”. Due dischi di platino, tre dischi di platino digitali, oltre 2.700.000 fan sui social, oltre 220 milioni di views su Youtube, un successo editoriale con il suo libro “Bus 323. Viaggio di sola andata”, conduttore televisivo e radiofonico. Sono solo alcuni dei risultati di Emiliano Giambelli, che lo decretano come uno degli artisti più seguiti ed autentici della scena rap e musicale italiana.