tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Matteo Renzi a Firenze: “Bisogna scommettere sul Made in Italy nel mondo”

“La battaglia per l’italiano è una battaglia di tutti e dobbiamo vincerla insieme”, così il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha aperto gli Stati Generali della lingua italiana a Firenze. L’iniziativa, alla sua seconda edizione, dedicata all’approfondimento dei temi della promozione linguistica e culturale all’estero pone particolare attenzione al ruolo nel mondo dell’impresa e delle produzioni creative del made in Italy. “Dobbiamo fare una gigantesca scommessa culturale sul Made in Italy nel mondo per essere sempre più attrazione, sempre più richiamo, sempre più bellezza. –ha detto ancora il premier –. Serve, però, una cornice in cui tutti i settori devono fare la propria parte”.  Intanto, la domanda d’italiano negli studi di cultura e nelle università all’estero è aumentata considerevolmente dal 2014 passando da 1.5 milioni a 2.3 milioni di studenti. Un dato confermato dal viceministro agli affari esteri Mario Giro e dal ministro per l’Istruzione Stefania Giannini agli Stati Generali.

Ventuno studentesse liberate da Boko Haram riabbracciano le proprie famiglie
Dopo oltre due anni di “dentenzione”, ventuno delle studentesse rapite dal gruppo islamico Boko Haram nella città nigeriana di Chibok, sono state liberate e sono tornate dalle loro famiglie. Lo riporta la Bbc.Durante una cerimonia religiosa tenuta in loro onore le ragazze hanno spiegato di aver vissuto senza cibo e di aver rischiato la vita per una bomba dell’esercito nigeriano che le ha quasi colpite. Un mese e mezzo di sofferenza  prima della liberazione avvenuta la scorsa settimana.  Le autorità nigeriane hanno negato le voci secondo le quali le ragazze sarebbero state liberate in cambio del rilascio di alcuni combattenti di Boko Haram. Un funzionario della sicurezza ha detto alla Bbc che quattro comandanti erano stati liberati. Secondo altri organi di informazione, sarebbe invece stato pagato un riscatto da milioni di dollari. Delle 276 ragazze rapite nell’aprile del 2014, 197 non sarebbero ancora nella mani di Boko Haram o disperse.

Eutanasia per Jia Jia, il più anziano panda gigante del mondo
Jia Jia, la più anziana dei panda giganti in cattività, è morta. La sua una vita lunghissima, quasi 38 anni, spesso ad appannaggio dei soli animali nati e cresciuti in libertà. Jia Jia è morta nel parco attrazioni di Hong Kong dove ha trascorso gran parte della sua esistenza. Il panda era nata libera, nel 1978, nella provincia dello Sichuan in Cina. Poi la sua cattura e la trasformazione in un dono per Hong Kong, nel 1999, in occasione del secondo anniversario della restituzione dell’ex colonia britannica alla Cina. Sei cuccioli e una vita felice quella di Jia Jia, il cui nome significa “eccellenza”. I suoi quasi 38 anni un vero e proprio record spesso raggiunto dai soli esemplari in libertà. Negli ultimi tempi l’aggravarsi delle sue condizioni fisiche. Non mangiava e quasi non camminava più, Jia Jia soffriva molto hanno testimoniato i responsabili del parco. Da qui la decisione dei veterinari di porre fine alle sue sofferenze.

Mina e Celentano tornano con “Le Migliori”: il nuovo album a novembre
A 18 anni di distanza, la Tigre di Cremona e il Molleggiato tornano insieme con un nuovo progetto musicale. Uscirà l’11 novembre “Le Migliori”,  il secondo album di Mina e Adriano Celentano. Una ventina di brani, tra inediti e rivisitazioni di successi, con un’anteprima il prossimo 21 ottobre con l’uscita del primo singolo “Amami, amami”. Per la storica reunion di Mina e Celentano, Rai Uno ha in mente una serata evento, forse in programmazione per il 5 dicembre. La data potrebbe tuttavia slittare (o anticipare) a causa del referendum. “Le Migliori” è stato un lungo percorso discografico iniziato nella primavera del 2015. Da allora, il duo ha lavorato sulla registrazione dei brani facendo sponda tra lo studio di Mina a Lugano e quello di Celentano a Galbiate. Era il 1998 quando la debuttò Mina Celentano, prima collaborazione discografica dei due artisti. Un album da record, doppio disco di diamante in Italia e disco di platino in Europa con 1 milione 600 mila copie vendute.

Netflix offline, entro fine anno serie tv e film visibili senza connessione
Netflix offline. Sembra impossibile ma presto potrebbe diventare una cosa concreta. Secondo indiscrezioni, infatti, il servizio – presente da quasi un anno in Italia – potrebbe rendere disponibile entro la fine del 2016 ai suoi utenti la possibilità di scaricare film e serie tv sui dispositivi, per guardarli in seguito senza connessione. A lanciare l’argomento, The Next Web che ha riportato le confessioni di Dan Taitz, manager di una società che si occupa di sviluppare tecnologie per questo tipo di servizi. Non solo streaming quindi. Se fino a qualche tempo fa, Netflix era stato irremovibile sulla possibilità di fruizione offline, adesso sembra aver fatto marcia indietro. Secondo Taitz, la novità non sarebbe più poi così segreta all’interno della comunità. Lo staff di Netflix anzi, nella persona del CEO Reed Hasting, già da un po’ di mesi, avrebbe dichiarato di “mantenere una mentalità aperta” sull’argomento. Ora l’eventuale arrivo della visione di Netflix offline dovrà, però, necessariamente ottenere anche il via libera dei detentori dei contenuti.