tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Afghanistan, attacco al consolato tedesco
E’ di quattro morti e 155 feriti il bilancio delle vittime dell’attacco al consolato tedesco avvenuto a Mazar-e-Sharif in Afghanistan ad opera dei talebani. A rivendicare l’evento, realizzato con un camion-bomba e un commando di mujaheddin armati, è stato il portavoce dell’Emirato islamico dell’Afghanistan, Zabihullah Mujahid. Secondo un bilancio fornito dal responsabile dell’ospedale locale, tra i feriti gravi ci sono anche diversi bambini. L’attacco è nato come risposta al raid degli Stati Uniti nella provincia di Kunduz i primi del mese, che aveva causato la morte di 32 civili. “Il consolato tedesco è stato gravemente danneggiato. Ignoriamo ancora l’esatto bilancio delle vittime fra le forze di sicurezza e i civili afghani”, si legge in un comunicato del ministero degli Esteri tedesco, che precisa che non vi sono vittime fra i suoi dipendenti.

Robert De Niro: “Trump? Mi trasferisco in Italia”
Prendere a pugni il presidente di uno Stato? Meglio di no. Più facile lasciare tutto e andarsene, magari cambiando continente. Robert De Niro e Donald Trump, un ‘amore’ mai nato: “Prenderlo a pugni? Non posso, è il Presidente”, ha detto l’attore nello show di Jimmy Kimmel. Per questo, siccome “sono cittadino italiano”, probabilmente “dovrò trasferirmi lì”. Una provocazione, certo. Una battuta raccontata con il sorriso sulle labbra. Ma già la citazione durante il programma di Kimmel ha fatto piacere agli abitanti del paese, 3.400 anime, a due passi da Campobasso: “Ci farebbe sicuramente piacere- ha detto Antonio Cerio, sindaco di Ferrazzano interpellato dall’agenzia Dire- Sarebbe un onore”. Il popolare attore, però, a Ferrazzano non c’è mai stato: “No, non è mai venuto”, ha detto il sindaco, la cugina sì, è venuta a visitare in cimitero Donato Di Niro, il fratello del bisnonno di Robert.

Si è spento Leonard Cohen
“Con profondo dolore comunichiamo che il leggendario poeta, cantautore ed artista Leonard Cohen è morto”. Con queste parole scritte su Facebook, la casa discografica di Leonard Cohen ha annunciato la morte del noto artista. “Abbiamo perso uno dei più prolifici visionari. Una commemorazione si terrà a Los Angeles fra qualche giorno. La famiglia richiede privacy nel suo periodo di dolore” continua la nota. Nelle sue opere, Cohen ha esplorato temi come la religione, l’isolamento e la sessualità, ripiegando spesso sull’individuo. Vincitore di numerosi premi e onorificenze, è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame . Autore di testi toccanti, e arrangiatore geniale, Cohen ha rivoluzionato la figura del cantautore avvicinandolo al poeta. Sin dagli anni sessanta ha lavorato come compositore per l’industria cinematografica e televisiva: la sua più importante collaborazione è stata Assassini nati, per il regista Oliver Stone.

Brad Pitt scagionato dalle accuse di violenza sui figli
Brad Pitt è innocente. L’Fbi ha concluso le indagini e scagionato l’attore dalle accuse di violenza sul figlio maggiore Maddox. La causa era partita dopo un episodio – abbastanza violento a detta dei testimoni – balzato agli onori della cronaca lo scorso settembre durante un volo su jet privato. Gli interrogatori ai figli e a chi era presente non hanno portato a nessun riscontro concreto, pertanto tutte le accuse sono decadute. Intanto, Pitt ha fatto la sua prima uscita ufficiale dopo la separazione da Angelina Jolie. Occasione la presentazione di Allied, il film che lo vede protagonista accanto alla bella Marion Cotillard. Un red carpet per tornare alla normalità, al lavoro che lo ha reso famoso. Per la prima volta, dopo tanto tempo, Brad Pitt si è visto circondato da fotografi e fan per parlare di cinema e non del suo matrimonio.

Frecce Tricolori, arriva il videogioco ufficiale sotto forma di app
Sarà presentato oggi in anteprima mondiale nell’ambito dell’evento ‘Game Rome’ il videogioco ufficiale sulle Frecce Tricolori ‘Frecce Tricolori Flight Simulator’. Grazie all’applicazione, scrivono i suoi promotori, “sarà possibile vivere l’esperienza di un pilota della Pattuglia Acrobatica Nazionale, grazie anche alla collaborazione con RORTOS, azienda italiana leader mondiale nei simulatori di volo per dispositivo mobile”. Il comandante delle Frecce Tricolori, maggiore Mirco Caffelli, commenta così la nuova app: “La cura dei dettagli grafici, l’alta definizione degli scenari ed il realismo della simulazione di questo gioco permetterà’ finalmente ai nostri appassionati, di sedersi ai comandi dei velivoli della PAN e provare, in parte, le emozioni dei voli in formazione, la fatica richiesta dal duro addestramento ed il successo di un eccellente lavoro di squadra”.