tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Maturità 2018: ecco cosa cambia con la riforma
Novità in vista per i maturandi del 2018. Se gli otto decreti proposti dal Governo verranno approvati anche dal Parlamento, il prossimo anno ci saranno cambiamenti importanti per il sistema scolastico italiano. In particolar modo, le novità più importanti saranno legate alla maturità. Il decreto inerente l’Esame di Stato prevede l’abolizione della terza prova e della tesina, introdotta dal ministro Fioroni nel 2007.  Il voto rimarrà sempre in centesimi così distribuiti: prima prova (massimo 20 punti), seconda prova (massimo 20 punti), colloquio orale (massimo 20 punti). A fare punteggio sarà anche il percorso scolastico a cui sarà attribuito un voto massimo di 40 punti: 12 punti al terzo anno, 13 al quarto e 15 al quinto. Per quanto riguarda la commissione, resterà la composizione mista: 3 interni più 4 esterni (compreso il presidente).

Ministro Fedeli e studenti a Cracovia ricordano la Shoah
Torna anche quest’anno il Viaggio della memoria organizzato dal Miur e dall’Unione delle comunita’ ebraiche italiane (Ucei). Un viaggio nell’orrore dell’Olocausto per cento studenti e studentesse, provenienti da tutta Italia, con una delegazione anche da Sant’Anna di Stazzema, dove i nazisti si macchiarono di una delle piu’ orrende stragi compiute in Italia, e Amatrice, tra i centri piu’ colpiti dal terremoto del 24 agosto. Ad accompagnare gli studenti che si sono distinti in progetti legati alla Shoah, oltre a docenti e rappresentanti delle associazioni dei genitori, il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, la presidente dell’Ucei, Noemi di Segni, il vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini, l’ambasciatore Sandro De Bernardin e l’ambasciatore della Repubblica polacca in Italia Orlowski.

Clima, allarme Nasa e Noaa: 2016 terzo anno consecutivo con temperature più alte di sempre
Nel 2016 la temperatura della superficie della Terra è stata la più alta da quando se ne tenga registro, cioè dal 1880. La temperatura media globale nell’anno appena passato è stata di 0,99 gradi superiore alla media del Ventesimo secolo. Ciò fa del 2016 il terzo anno consecutivo nel quale si segni un record nelle temperature medie della superficie terrestre. Lo riporta un’analisi indipendente della Nasa e della National oceanic and atmospheric administration (Noaa), l’agenzia federale statunitense che si interessa di meteorologia. La gran parte dell’aumento della temperatura “è avvenuto negli ultimi 35 anni, con 16 dei 17 anni più caldi che si sono verificati a partire dal 2001”. Non solo il 2016 è stato l’anno più caldo da quando se ne tenga registro, “ma otto dei 12 mesi che lo compongono – da gennaio a settembre con l’eccezione di giugno – sono stati i più caldi di sempre”.

Trainspotting, la data del sequel c’è: si torna in sala il 23 febbraio
La data c’è. Buone notizie per i fan di Trainspotting. L’atteso sequel della pellicola di Dannie Boyle arriverà nelle sale italiane il prossimo 23 febbraio. A distanza di vent’anni dal primo film del 1996, tornano sul grande schermo i protagonisti che lo hanno reso un cult: Spud, Renton, Sick Boy e Begbie. I ragazzi sono alle prese con le loro nuove vite. Non ci sono più problemi con la droga ma, questa volta, il business è legato alla pornografia. Al centro dello script del film, ancora una volta diretto da Dannie Boyle, il romanzo di Irvine Welsh, Porno, sequel letterario di Trainspotting. I quattro si riuniscono negli anni Duemila, dopo essere sopravvissuti alle vicissitudini del primo film. Sono sopravvissuti ma continuano a convivere con gli stessi demoni che, a lungo, li hanno perseguitati.

Grande successo per The Young Pope su HBO. Dati sopra le aspettative
Sono dati sopra le aspettative quelli che arrivano dall’America. Grande successo, infatti, per The Young Pope su HBO alla prima messa in onda. Il primo episodio, trasmesso domenica alle 2, ha totalizzato al primo passaggio 1 milione di telespettatori. La stessa sera ha cumulato in replica 2 milioni ed è arrivato nelle 24 ore successive a ben 3 milioni di telespettatori. Paolo Sorrentino ha, insomma, di che gongolare. Dopo aver conquistato il pubblico europeo con soli dieci episodi sembra, infatti, farsi apprezzare anche oltreoceano. E molto di più di altre serie tv. La serie con Jude Law, oltre ad essere stata preceduta da critiche positive, era attesissima. Nei giorni precedenti al debutto era grande, infatti, l’entusiasmo a New York tutta ricoperta di poster promozionali della produzione italo-americana. Anche alla presentazione di Los Angeles c’è stata un’accoglienza calorosa.