tg - diregiovani

Tg Diregiovani – Edizione del 25 maggio 2017

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Arrestati in Libia padre e fratello di Abedi, l’attentatore di Manchester
Il fratello minore e il padre di Salman Abedi, l’attentatore di Manchester, sono stati arrestati in Libia. Il giovane, Hesham, era a conoscenza del piano suicida in cui 22 persone sono state uccise, e avrebbe confessato di trovarsi in Gran Bretagna al momento della progettazione dell’attentato. Non solo. Ha anche dichiarato di avere legami con l’Isis. A riportare la notizia è l’agenzia Bloomberg. Gli arresti sono stati effettuati dalla Forza di deterrenza speciale, dipendente dal ministero degli Interni del governo libico. Intanto le indagini lasciano ormai pochi spazi a dubbi. Questa volta nessuno crede ad un unico attentatore. Secondo il deputato statunitense Mike McCaul che presiede l’House Homeland Security Committee americano: “Non abbiamo a che fare con un lupo solitario, ma c’è un network di terroristi ispirati dall’Isis”.

Napoli, The Kolors e Casa Surace protagonisti di ‘Giugno Giovani’
Per tutto il mese prossimo, Napoli sarà il palcoscenico di ‘Giugno Giovani’, un programma di oltre 100 iniziative istituito su proposta dell’assessorato ai Giovani del Comune di Napoli, per incentivare il protagonismo giovanile nelle politiche di sviluppo culturale, turistico ed economico della città. Grande novità di quest’anno sono i due testimonial dell’iniziativa: Stush, voce dei The Kolors, e Pasqui e Ricky, fondatori di Casa Surace, la divertente crew di videomakers da migliaia di like su Facebook. Stush e i The Kolors suoneranno dal vivo per la prima volta a Napoli, sabato 3 giugno alle 23. Casa Surace il 27 giugno alle 16 incontrerà i ragazzi napoletani in un workshop dedicato alla creatività e all’autoimprenditorialità alla Galleria Principe di Napoli.

Oggi si festeggia il “Towel Day”
Come ogni anno, il 25 maggio viene celebrata una ricorrenza in tutto il mondo: il Towel Day.
La Giornata dell’Asciugamano nasce come omaggio a Douglas Adams. Lo scrittore inglese morì l’11 maggio del 2001 e due settimane dopo, i fan scelsero il 25 maggio come giornata per ricordare il loro scrittore con il Towel Day. L’asciugamano è ciò che meglio si adatta al ricordo di Adams, che ne descrisse l’importanza nella celebre “trilogia in cinque parti” di fantascienza umoristica Guida galattica per gli autostoppisti. Come si festeggia il Towel Day? I fan brandiscono un asciugamano in onore di Adams, portandolo con sè per tutta la giornata. Se ne contano milioni: bianchi, colorati, e ricamati.

Tornano le Charlie’s Angels, reboot con data ufficiale
Charlie’s Angels reboot sul grande schermo. Al momento è solo un susseguirsi di voci ma le fonti sembrano attendibili. Stando a Variety la Sony ha tutto pronto per il rilancio sul grande schermo delle belle e avvincenti detective al “soldo” del misterioso Charlie. Il reboot uscirà il 7 giugno del 2019. Una data ancora lontana ma che fa già molto parlare dell’operazione. Questa volta un cast tutto al femminile. Non solo le protagoniste, questo sarebbe fin troppo ovvio. Dietro la macchina da presa approderà, infatti, Elizabeth Banks reduce dal successo di Pitch Perfect 2. Coppia di maschietti, invece, per la sceneggiatura passata nelle mani di due veri e propri assi, Doug Miro e Carlo Bernard. Loro il compito di costruire una trama degna di un vero e proprio poliziesco.

Account scaduto WhatsApp. Torna la truffa
Torna l’account scaduto di WhatsApp.“Cambia la formula ma l’inganno è lo stesso”, scrive la Polizia di Stato sulla sua pagina ufficiale Facebook. Una fake news pensata per estorcere soldi o per installare sui dispositivi degli utenti programmi malware. Ma basta saper riconoscere i messaggi fasulli ed eliminarli subito per vivere con serenità la propria app. Un elemento per capire che il messaggio ricevuto nasconde qualcosa di strano è nel fatto che WhatsApp non invia messaggi per comunicare con i propri utenti. Esistono le pagine ufficiali e le comunicazioni vengono fatte attraverso vere e proprie campagne stampa. Inoltre, WhatsApp, come Facebook o Messenger non hanno bisogno di ottenere dati dai propri utenti. Hanno già tutto nei propri archivi.