Luce su Compass, l’esperimento trasparente

Luce su Compass, l’esperimento trasparente

Parlano tutti del neutrino, perché la gara di velocità con la luce non è ancora finita. Eppure la copertura mediatica di un evento scientifico di per sé molto tecnico ha lasciato scoperti una serie di gioielli pressoché sconosciuti al grande pubblico. Trattasi di progetti altrettanto affascinanti, sempre sull’orlo del baratro per la penuria di sovvenzioni. Uno su tutti: Compass. Un esperimento di fisica delle alte energie installato all’acceleratore SPS del CERN di Ginevra, cui partecipano circa 240 fisici da 11 paesi e da 28 istituti. Compass è stato concepito per studiare alcuni dettagli di protoni e neutroni, in particolare il loro cosiddetto spin, che è una caratteristica connessa con il fatto che le particelle ruotano su loro stesse, proprio come trottole.

Ciò che ne farebbe un caso “spendibile” anche mediaticamente è la struttura particolarmente trasparente. Compass si sviluppa in lunghezza per alcune decine di metri, lasciandosi osservare nella sua interezza. Atlas e CMS per esempio, i due esperimenti del Cern a caccia del bosone di Higgs che monopolizzano l’attenzione in questo momento, sono enormi, ma sono chiusi. Compass invece fa tutto sotto gli occhi degli scienziati.

Nelle News: L’acqua bolle con la zeolite – Le galassie cannibali – Scoperta la molecola del colpo della strega

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it