Lunga vita a Kepler, il cacciatore di Terre gemelle

La Terra ha tanti fratelli, qualcuno più gemello degli altri. Altro che soli nell’universo. Ci sono repliche del nostro pianeta nascoste nelle pieghe della Via Lattea.

La Terra ha tanti fratelli, qualcuno più gemello degli altri. Altro che soli nell’universo. Ci sono repliche del nostro pianeta nascoste nelle pieghe della Via Lattea. E più si scava più si trova. Per questo motivo la NASA ha approvato l’estensione della missione del Telescopio Spaziale Kepler, che dal marzo del 2009 girovaga tra le galassie a caccia di pianeti extrasolari simili al nostro.
L’approvazione da parte dell’agenzia americana segue a ruota il report della Senior Review che esprime parere positivo anche alla conferma di Hubble, Chandra, Swift, Planck, Spitzer, Suzaku, e Fermi, sia pure con differenti modalità e risorse. Insomma, Kepler scandaglierà il cielo per noi fino al 2016.

Nelle News: Anche su Venere esistono le aurore polari – I pesci seguono il capo robot – Scovata una nuova classe di stelle




2018-06-05T17:33:49+02:00