esteri

Madonna, she Devil. Dalle Filippine la scomunica

Madonna Filippine orfanatrofioROMA – Piomba improvvisa, come un fulmine a ciel sereno, sulla testa di Madonna la scomunica dei vescovi filippini. Lei il diavolo per gli altri prelati dell’arcipelago. “Tutti coloro che sono timorati di Dio devono evitare il peccato e le occasioni di peccare”, ha scritto l’arcivescovo Ramon Arguelles invitando i cattolici di Manila a boicottare i concerti della star. Due le date che hanno portato Madonna nelle Filippine per la prima volta. Il primo questa sera, il secondo domani.

Il “Rebel Heart Tour”, dopo le tappe filippine, porterà la 57enne pop star americana in giro per sul est asiatico anche se non sarà facile. Maldisposto, infatti, anche l’arcivescovo di Singapore che ha già detto non solo di non essere un suo fan ma ha anche messo in guardia i suoi fedeli da “coloro che insultano e denigrano la religione”.

A Madonna non è bastato visitare un orfanatrofio di Manila – le foto sono su Instagram – per ingraziarzi il arcivescovo. Lei è il diavolo, punto e basta. Una terra religiosa fino all’integralismo le Filippine. Madonna, infatti, non è la prima ad essere additata. Prima di lei Lady Gaga definita addirittura “emissario di Satana”.

Madonna 2