attualita

Fertility day, pancioni finti e clessidre. Flash Mob contro il ministro

fertility-fake-4ROMA – “Noi non ce ne andiamo”, “fateci entrare” e “dimissioni”. Sono alcuni dei cori dei ragazzi del Fertility fake, parodia del Fertility day’, giornata nazionale sulla salute riproduttiva. Un evento indetto dal ministero della Sanità.

Fertility Fake flash mob

Circa un centinaio di manifestanti – con tanto di pancione finto e clessidra in mano (simbolo della campagna del ministero) – si sono radunati a via del Babuino a Roma, dove e’ in corso un convegno sul tema aperto dal ministro Beatrice Lorenzin. Parola d’ordine del flash mob e’ l’attesa.

Ogni manifestante con un cartello dedicato, indica la propria: c’e’ chi aspetta una casa, chi il lavoro, chi un rinnovo di contratto e chi un reddito. Tutte attese “che non si conciliano con quella genitoriale” indicata dal ministro, hanno detto i manifestanti. “Ministra la facciamo contenta- ha detto all’agenzia Dire una manifestante- siamo tutti qua con i pancioni in attesa. Ma non di figli perche’ non possiamo permettercelo”. Questo perche’ “non viviamo in un Paese che ci permette di fare figli. Non c’e’ lavoro, non c’e’ reddito, non c’e’ un ambiente salutare che ci permette di procreare”. La clessidra “sta a indicare che il tempo e’ scaduto. Non possiamo piu’ attendere delle politiche realmente conciliatorie anche della maternita’ e della paternita’, come gli asilo nido, le scuole pubbliche che funzionano”, ha concluso.