tech

Google I/O 2017 numeri da capogiro e tante novità sul sistema Android

Google I O 2017ROMA – Numeri da capogiro e tante novità quelle presentate al Google I/O 2017, ovvero l’annuale convention dedicata agli sviluppatori Android. A fare gli onori di casa Sundar Pichai, Ceo di Google.

Google I/O 2017, numeri da far impallidire la concorrenza

Quelli illustrati da Sundar Pichai sono numeri che mostrano la potenza economica e di penetrazione di Google e dei suoi sistemi, dal motore di ricerca al sistema operativo Android. Questo è in uso su ben due miliardi di dispositivi nel mondo. Non c’è latitudine del Pianeta dove Google non sia presente. La piattaforma YouTube, altra creatura Mountain View, può contare su un miliardo di utenti e, sempre un miliardo, sono le ore, minuto più minuto meno, al giorno di video visionati sulla piattaforma. Non si contano, ma superano il miliardo, i chilometri che gli utenti percorrono ogni giorno servendosi di Google Maps. Numeri altrattanto alti anche per chi archivia e condivide documenti e fotografie sui sistemi di Big G.

Google I/O 2017, ecco tutte o quasi le novità in programma

Difficile stare al passo con tutte le novità che Google è pronta ad offrire ai suoi utenti. Alcune riguardano gliGoogle I/O 2017 internauti, altre i possessori di smartphone e tablet targati Android. Tra le più succulente tutte quelle che hanno a che fare con le fotografie.

Google Foto

In arrivo o semplicemente più performanti la condivisione delle immagini e delle intere librerie e gli album cartacei. In azione sulle foto l’intelligenza artificiale. Grazie al riconoscimento facciale. Google ci consiglierà con chi condividere le immagini. Poco importa se a singole persone o a interi gruppi. Per chi non ama l’archiviazione virtuale ecco pronti gli album. Basta selezionare ed editare le immagini che più stanno a cuore, raccoglierle in un vero e proprio album e aspettare che questo venga consegnato fisicamente fino a casa.

Google Lens

E’ questa una nuova App. Basta fotografare una qualsiasi cosa per ottenere un report dettagliato su ciò che si è immortalato. Tra i dati forniti, numeri di telefono, mappe stradali e persino la possibilità di fare acquisti on line.

Google Assistant

Nuove lingue, anche l’italiano, per l’Assistente virtuale di Google. Un prezioso aiuto pronto a sbarcare anche sugli iPhone per mettersi in concorrenza con Siri.

Google Android

Si chiamerà forse Oreo la nuova versione del sistema operativo. Di questa è stata già rilasciata la versione beta che dovrebbe diventare definitiva entro la fine di quest’anno. Tante le novità in questo caso. Dalla veste grafica alla sicurezza informatica alla possibilità di azzerare i passaggi della ricerca. Un esempio? Il doppio clic su un indirizzo per ottenere direttamente le indicazioni stradali.