spettacolo

Transformers 5 – L’ultimo cavaliere conquista il box office

Transformers 5ROMA – È al suo primo weekend al cinema ma già ha conquistato tutti seppur senza convincere qualcuno. È Transformers 5 – L’ultimo cavaliere che trionfa sia al box office americano che in quello italiano.

Nel Bel Paese dalla sua uscita, il 22 giugno, il film di Michael Bay ha guadagnato oltre 3.7 milioni di euro. Una cifra che segna un rialzo in materia di primi weekend al cinema per la saga. Il quarto film, nei suoi primi giorni sullo schermo, si era, infatti, fermato ai 3 milioni. Quest’anno, quindi, si parla di un più 25%.

Sul podio, insieme alla new entry, rimangono La Mummia e Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar. Il film con protagonista Tom Cruise, questa settimana, perde quasi il 50%  rispetto ai weekend precedenti. Jack Sparrow, invece, guadagna altri 85 mila euro totalizzando 11 milioni e mezzo dalla data della sua uscita. Subito dopo dietro il podio si piazza Nerve a cui il weekend regala 69 mila euro. Quinto posto per Civiltà perduta con quasi 62 mila euro. Discesa rapida, invece, per Wonder Woman che non supera i 57 mila euro. Chiudono la top ten Una doppia verità, Baywatch, Aspettando il Re e Lady Macbeth.

Transformers 5 – L’ultimo cavaliere: successo anche all’estero

Cambiano di poco le cose all’estero. In America è grande il successo  per Transformers 5. Il film, uscito nelle sale il 21 giugno, conquista il primo posto al box office. 43 milioni e mezzo i dollari guadagnati nel solo weekend. In cinque giorni, invece, la pellicola totalizza 69.1 milioni. Primo posto anche in Cina dove il film vince il weekend con 23.4 milioni. A livello internazionale L’ultimo cavaliere raggiunge i 265 milioni di dollari. Una cifra imponente che cattura ancora di più l’attenzione dato che il film non è ancora uscito in Francia, Brasile, Messico, Giappone e Spagna.

In America il secondo posto se lo dividono Wonder Woman e Cars 3, entrambi con un incasso di 5.2 milioni di dollari. La pellicola di Patty Jenkins, però, si conferma un successo straordinario nel mercato statunitense con un totale oltre 300 milioni di dollari.