Dad e sport, studenti Ic Chioggia incontrano campioni

Dad e sport, studenti Ic Chioggia incontrano campioni

Un ciclo di quattro conferenze ideato dalla 'Pellico'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sport e Dad? Secondo i docenti dell’istituto comprensivo ‘Chioggia 1’ dell’omonima cittadina in provincia di Venezia non solo è possibile ma è anche già realtà. Si intitola infatti ‘A scuola con i campioni’ un ciclo di incontri dedicati allo sport e rivolti agli alunni della scuola secondaria di primo grado.

“Proprio perché non ci siamo mai fermati- fanno sapere dall’istituto- noi della scuola ‘Pellico’ abbiamo voluto restare fedeli ad un appuntamento sempre atteso dagli studenti, che ogni anno li vede impegnati, per una settimana, a parlare di sport e a cimentarsi in attività sportive. Anche grazie alla professoressa Nicoletta Querze’, riusciremo a mantenere fede a questo impegno”.

Già il 6 e 7 maggio i ragazzi hanno avuto la possibilità di ascoltare l’esperienza del velista Matteo Miceli, che in barca a vela ha solcato i mari del mondo e in rete ha affascinato gli alunni con i suoi racconti avventurosi. Il 13 maggio ci sarà l’intervento dell’atleta paraolimpico Andrea Devicenzi, che dialogherà con i ragazzi sul tema dello sport e della motivazione, elemento imprescindibile per il superamento di qualsiasi difficoltà.

Seguirà, il 21 maggio, l’incontro con Simon Picone, campione di uno sport molto duro, ma ricco di disciplina, il rugby. Picone, infatti, con grande determinazione e coraggio, ha continuato a giocare anche quando tutti gli dicevano che la sua carriera era ormai finita. L’ultimo incontro, il 26 maggio porterà infine gli alunni ad incontrare una campionessa di judo, Emanuela Pierantozzi, che farà conoscere agli studenti anche la sua sensibilità artistica. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it