VIDEO | Ultimo giorno di scuola a Vittoria, alunni Ic Portella della Ginestra in concerto

Dirigente scolastica: "La musica è grande opportunità didattica"

ROMA – Sono stati ventotto i bambini della scuola elementare di ‘Portella della Ginestra’ di Vittoria (Ragusa), ad essersi esibiti in un concerto di musica per salutare la fine dell’anno scolastico e l’inizio della nuova stagione. Si tratta del gruppo laboratoriale ‘I blu di Magidea’, coinvolti nell’iniziativa lanciata dalla docente Maria Giovanna Battaglia e condivisa dalla dirigente scolastica Daniela Mercante:

“La musica a scuola è una grande opportunità didattica, è espressione che media i significati ed è una modalità di approccio alla conoscenza di sé, alla condivisione di scelte come potenziamento dell’autostima, il rispetto e la partecipazione d’insieme. Il lavoro che ne è nato è prova che la nostra parte infantile non è mai andata persa e la scuola che fa ricerca la esprime così. Seriamente, come i bambini quando giocano”.

I piccoli partecipanti delle terze C e D si sono riuniti nel laboratorio a distanza, tramite la piattaforma Meet e, sul sottofondo di un brano tratto da ‘Forest garden’ del compositore tedesco Johann Pachelbel, hanno riprodotto il verso degli uccellini con strumenti improvvisati, celebrando il risveglio della natura ed il ritorno alla vita all’aria aperta.

“Soffiando con una cannuccia sulla superficie di una bacinella d’acqua, su cui è stato poggiato un mestolo da cucina- ha spiegato la docente Battaglia– i bambini hanno mimato il suono degli uccelli in natura. L’intensità del soffio nella cannuccia ha dato vita a suoni differenti che hanno accompagnato la melodia scelta e volutamente rilassante. Creare suoni con materiali d’uso quotidiano è un modus operandi che non poteva essere interrotto, neanche dal lockdown”.

Dall’attività musicale è stato realizzato un video che si conclude con il hashtag nuovo  ‘tutti a scuola’:

“Ne è venuto fuori un concerto partecipato- ha concluso l’insegnante di musica– da dedicare a tutti coloro che, a vario titolo, sono stati impegnati e ‘stressati’ dalla dad. Che sia di auspicio per un ritorno alla normalità, quanto prima. Il desiderio dei bambini è quello di ritornare in classe e di essere liberi di potersi riabbracciare”.

2020-06-08T16:55:56+02:00