Scuola, l'istituto Andersen di Milano pronto alla nuova sfida

Scuola, l’istituto Andersen di Milano pronto alla nuova sfida

Strumenti tecnologici di condivisione per la didattica a distanza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Con le nuove regole per la didattica a distanza, le scuole superiori stanno ritarando l’organizzazione interna, per fare in modo che gli studenti siano in grado di seguire le lezioni da casa, nel miglior modo possibile. Alla Andersen International School di Milano, diversamente da quanto era accaduto nel marzo scorso, da lunedì 26 ottobre, gli insegnanti si recano comunque presso l’istituto per effettuare il collegamento con le loro classi.

“Da quando abbiamo ricominciato le lezioni il primo settembre, abbiamo adottato una serie di dispositivi tecnologici e potenziato le infrastrutture per far fronte a tutti i possibili scenari– afferma Bianca Parravicini, fondatrice e direttrice della Andersen- In queste settimane, abbiamo sperimentato per alcune classi la didattica mista a fini preventivi, con parte della classe in presenza e alcuni alunni assenti. Ora siamo pronti ad affrontare la didattica a distanza piena per le nostre classi della High School. Ci siamo mossi in anticipo proprio per far sì che questo cambiamento non sia traumatico ma, anzi, l’esperienza scolastica sia comunque piacevole ed efficace”.

Ogni studente ha un account Google Suite grazie al quale è in grado di ricevere le comunicazioni della scuola, assieme ai materiali didattici necessari alla normale attività didattica; con Google Classroom è inoltre possibile ricreare una vera e propria classe virtuale con tutta la gamma di documenti per le lezioni, i compiti e il registro elettronico. Ogni account è rigorosamente anonimo, ed è totalmente sicuro poiché non può ricevere o inviare mail da utenti esterni all’istituto. Il liceo ha acquisito inoltre telecamere ad alta definizione, per permettere a tutti di sentirsi, nei limiti del possibile, davvero in classe, grazie anche all’inquadratura dettagliata della lavagna elettronica interattiva.

“Queste telecamere in HD fanno parte di una serie di nuove dotazioni che faciliteranno gli insegnanti a scuola nello svolgimento delle lezioni a distanza- commenta la preside- Abbiamo potenziato anche la banda della nostra connessione a internet per far sì che la rete supporti al meglio i software e i video, specie in caso di più classi a casa; mentre nel caso di chiusura totale della scuola, abbiamo acquistato per gli insegnanti alcuni portatili con microfoni e telecamere di ultima generazione, per avere un flusso di comunicazione fluido con gli studenti”.

Nei casi di assenza dalla didattica in presenza, a causa del Covid, è prevista una speciale modalità a distanza anche per gli alunni più piccoli.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it