Malika, in tantissimi aderiscono alla raccolta fondi: superati i 31mila euro

A parlare della storia della ragazza sono stati anche Fedez ed Elodie su Instagram

ROMA – Ha superato i 31mila euro la raccolta fondi in favore di Malika Chalhy, 22enne di Castelfiorentino, cacciata di casa perché ha detto ai genitori di essere lesbica e di avere una compagna (ne abbiamo parlato qui).

La reazione violenta della madre, documentata da alcuni messaggi Whatsapp della ragazza, ha fatto scalpore e ha cavalcato l’onda delle polemiche nate per lo ‘stallo’ del ddl Zan al Senato, di cui tanto si è parlato in questi giorni. In seguito alla pubblicazione della storia di Malika, raccontata da Fanpage, in tantissimi hanno scelto di schierarsi dalla parte della ragazza e di darle aiuto. Tra questi tante persone della politica e dello spettacolo come Fedez ed Elodie che hanno riportato la vicenda nelle loro storie.

“I vari Pillon, associazioni cattolico-estremiste, antiabortisti ci tengono sempre a ricordarci che amare una persona dello stesso sesso sia contronatura e quindi non meritevole di pari diritti rispetto alle persone da loro considerate ‘normali'”, ha detto Fedez su Instagram. “Io credo invece che quello che ho appena visto sia contronatura, il rifiuto di una figlia da parte di una mamma attaccata ad uno stigma sociale. Che, purtroppo, è ancora vivo perché estremamente attuale nella nostra società cosiddetta ‘civile”’e ancor più triste costantemente alimentato”.

Successo per la raccolta fondi nata per aiutare Malika

Elodie invece, ha scelto di condividere direttamente nelle storie la raccolta fondi per Malika creata dalla cugina della ragazza su GoFundMe. “Come potrete immaginare le spese sostenute da Malika in questi due mesi sono state cospicue- è scritto nel messaggio riportato sulla piattaforma- a partire dai vestiti che le mancavano, all’avvocato e psicologo che in questo periodo la stanno aiutando, ed è per questo che diamo il modo a chi legge la sua storia di aiutarla attraverso questa piattaforma. Ringraziamo chiunque, anche con un piccolo gesto, aiuterà Malika a riprendersi in mano la sua vita”. 

2021-04-12T17:02:41+02:00