È morto Kentaro Miura, il papà di Berserk

Il mangaka è scomparso il 6 maggio in seguito ad un aneurisma all'aorta

È morto a soli 54 anni Kentaro Miura, autore dell’iconico manga Berserk.
A darne l’annuncio, l’editore giapponese Hakusensha con un post su Twitter, spiegando che la scomparsa prematura è avvenuta il 6 maggio a causa di un aneurisma all’aorta.

Kentaro Miura e il suo capolavoro Berserk

Autore di fama mondiale, Miura raggiunse il successo oltreoceano grazie a Berserk. Appassionato di manga fin dall’infanzia, realizzò il suo primo lavoro a soli 10 anni, per i suoi compagni di classe. Dopo alcune esperienze, il mangaka concepisce quello che sarà il suo capolavoro, Berserk. La serializzazione è iniziata in Giappone sulla collana Young Animal di Hakusensha nel 1989.

Berserk

Manga seinen, ovvero indirizzato ad un pubblico adulto, Berserk mette insieme elementi fantasy e horror, mai risparmiando scene di violenza cruda, alternate a profonde riflessioni sul destino dell’uomo.

Suddiviso in diversi archi narrativi, il manga conta 357 capitoli, racchiusi in 40 tankobon (volumi). Qualche anno fa, Miura aveva annunciato che il suo manga si stava per entrare nell’arco finale della storia.
In Italia Berserk è pubblicato da Planet Manga, divisione di Panini Comics.

2021-05-20T09:20:18+02:00