Vigevano, professore salva studentessa dal suicidio: “Era in piedi sul banco davanti alla finestra”

Emilio Bocca ha salvato la vita ad una studentessa di 16 anni che "stava fissando il vuoto in piedi sul banco"

Emilio Bocca Corsico Piccolino, professore dell’Istituto tecnico industriale Caramuel di Vigevano, in provincia di Pavia, è diventato eroe per un giorno. L’insegnante ha salvato la vita a una studentessa di 16 anni che stava fissando il vuoto in piedi sul banco.

L’allieva, durante un’interrogazione di matematica, aveva chiesto di alzarsi per andare in bagno, ma vedendola tardare i compagni hanno iniziato a cercarla, mentre la professoressa chiedeva aiuto anche ai bidelli. Fortuna vuole che lungo il corridoio il professor Bocca, vedendo la concitazione degli studenti e della studentesse, dopo essersi informato si è aggiunto alle ricerche.

Dopo aver avvertito il preside, sono partite le perlustrazioni in tutta la scuola. Un ragazzo arrivato in cortile ha avvertito il professore di aver visto la compagna sulla “finestra al secondo piano”. L’insegnante l’ha raggiunta e con tranquillità ha cercato di dialogare con la ragazza, visibilmente agitata per via del brutto voto preso durante l’interrogazione. Bocca, al Corriera della Sera, ha raccontato di averle detto: “Mi manda la tua insegnante: ha detto che vuole cambiarti il voto. Vieni, andiamo insieme”. In questo momento di distrazione l’insegnante l’ha afferrata per un braccio e tirata verso di sé.

Subito dopo l’accaduto è intervenuto sul posto il 118 che ha preso in cura la ragazza e trasferita al Pronto Soccorso di Vigevano. Nonostante l’intervento eroico Emilio Bocca ha deciso di mantenere un basso profilo, dichiarando: “Non so se il mio intervento ha davvero salvato una vita, forse non sarebbe successo niente di brutto, e quella studentessa sarebbe rientrata in classe da sola”.

2021-12-07T14:14:41+01:00