spettacolo

Spectre, per la Aston Martin di James Bond asta record

Spectre Aston Martin DB10ROMA – Un filone d’oro, quello di Spectre ultimo capitolo della saga diJames Bond, che non si esaurisce mai. Dopo il box office dell’ultimo film ecco che si torna a parlare del più redditizio degli 007. Abiti di scena, cimeli e auto da sogno sono state battuti all’asta, dalla nota casa londinese Christie’s, per cifra astronomiche. Un fiume di euro, oltre 3,5 milioni, che finiranno in beneficenza.

 Pezzo forte della serata una delle 10 Aston Martin DB10 realizzate appositamente per Spectre. L’auto è finita nelle mani di un anonimo collezionista che in pochi minuti, partendo dalla base d’asta di 1,3 milioni di euro, ha posto sul piatto della bilancia ben 3,3 milioni. Un auto da esposizione che il novello possessore non potrà, però, mai utilizzare non essendo mai stata omologata per la messa in strada.

Per i meno facoltosi, si fa per dire, non sono mancati i pezzi da collezione da portarsi a casa. Tra questi un anello d’oro portato al dito, nel corso del film, da Christoph Waltz – lotto aggiudicato a 26 mila sterline -, due orologi, un Omega e Un Longines, al polso rispettivamente di Ralph Fiennes e da Daniel Craig – 16 mila e 75 mila sterline -, e l’abito di 007 firmato Tom Ford venduto per ben 126 euro. Spazio anche alla musica con la partitura originale della colonna sonora di Spectre, “Writing’s on the wall”, battuta per ‘appena’ 12mila euro.