spettacolo

Hands of Stone: la passione per lo sport e la competizione nel ring

hands-of-stone-posterROMA – Hands of Stone, pellicola scritta e diretta da Jonathan Jakubowicz, verrà presentata come proiezione speciale durante la cerimonia di chiusura della 69esima edizione del Festival di Cannes (11-16 maggio 2016). Il film, verrà distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il prossimo 26 agosto.

Jakubowicz porta sul grande schermo la storia vera del pugile panamense Roberto Durán (interpretato da Édgar Ramírez) che, insieme al suo manager e allenatore Ray Arcel (interpretato da Robert De Niro), riesce a costruire una straordinaria carriera, che arriverà all’apice del successo grazie all’incontro sul ring con Sugar Ray Leonard (interpretato da Usher Raymond). Il match in questione è passato alla storia come No Más Fight, nel quale Durán si ritirò quando Leonard stava dominando l’incontro.

“Sono contento di tornare a Cannes, soprattutto con questo film. Questo film è trionfante ed edificante oltre che due ore di buon cinema. Non vedo l’ora di incontrare amici di tutto il mondo là per questo evento. Questo film è edificante, trionfante e non vedo l’ora di vedere i miei amici provenienti da tutto il mondo del cinema unirsi a noi per questo evento divertente”, ha dichiarato Robert De Niro.

Hands of Stone è una pellicola distribuita dalla Weinstein Company: “Vedremo un De Niro allo stato puro”. “È nota la sua passione per la boxe e dà al film un contributo eccezionale.

L’omaggio di Cannes a Bob sarà un momento di assoluto piacere cinematografico e una serata fantastica per inchinarsi a un grande dell’industria del cinema”, racconta, entusiasto, il titolare della casa di distribuzione, Harvey Weinstein.

hands-of-stone-1

Scheda tecnica: Hands of Stone regia di Jonathan Jakubowicz; cast: Édgar Ramírez (Roberto Durán), Robert De Niro ( Ray Arcel), Usher Raymond (Sugar Ray Leonard); sceneggiatura: Jonathan Jakubowicz; produzione: Fuego Films, Epicentral Studios, La Piedra Films, Panama Cinema, Large Screen Cinema Productions; montaggio: Ethan Maniquis; distribuzione: Weinstein Company; fotografia: Miguel Ioann Littin Menz; musiche: Angelo Milli; scenografia: Tomas Voth.