attualita

Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole: eventi in tutta Italia

sicurezza_scuola sicurezza_scuola_2ROMA – Oristano, Campobasso, l’Aquila, Policoro e Crotone, sono oltre 30 gli appuntamenti in tutta Italia promossi da Cittadinanzattiva, in occasione della Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, che si celebra ufficialmente oggi, 22 novembre, ma le cui iniziative animeranno tutta la settimana in corso. Circa mille le scuole che formalmente hanno aderito alla Giornata, che si svolge con la collaborazione del Dipartimento della Protezione civile e del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca: negli istituti sarà distribuito il materiale predisposto da Cittadinanzattiva sul rischio sismico e su quello alluvione. Ad Ascoli Piceno si svolgerà mercoledi’ l’evento nazionale, dal titolo ‘La scuola che vorrei’, in programma presso il polo culturale Sant’Agostino, dalle 10 alle ore 14.

22 novembre, Giannini: “Oggi l’inaugurazione dell’istituto Neruda. E’ un grande giorno”

“Riassume il modello di scuola che in questi anni abbiamo cercato di impostare: una scuola fondata sui valori della sicurezza, bellezza e innovazione”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’istituto comprensivo Pablo Neruda di Roma, a cui ha preso parte tra gli altri anche il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. “Il nostro pensiero oggi- ha aggiunto Giannini- va ai bambini che in condizioni più difficili, ma per fortuna, sono tornati a scuola nei luoghi colpiti dal sisma”. La data di oggi, scelta per l’inaugurazione e per l’istituzione della prima Giornata nazionale per la Sicurezza delle Scuole, prevista dalla legge 107, “non è una data a caso. Il 22 novembre 2008 un ragazzo di 17 anni ha perso la vita in una scuola di Rivoli dove è crollato un soffitto. La mamma di questo ragazzo- ha concluso il ministro- è stato uno dei primi incontri che ho fatto come ministro, un incontro che mi colpi’ molto e da cui abbiamo raccolto come Governo l’impegno sulla sicurezza nella scuola”.

Renzi agli studenti: “Non smettete mai di ballare”

“Grazie per l’energia con cui mi avete accolto. Non smettete mai di ballare, magari non nelle ore di lezione, altrimenti c’è il rischio che i professori si arrabbino”. Con queste parole il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha salutato i ragazzi dell’istituto scolastico Pablo Neruda, a Roma. All’inizio della mattinata i ragazzi del plesso scolastico hanno accolto Renzi con musiche e balletti sulle note di Franco Battiato, Coldplay e Pharrell Williams.