spettacolo

Una serie tv su Pelé per raccontare la sua vita e gli anni 70

serie tv su PeléROMA – Una serie tv su Pelé. È il progetto a cui sta lavorando lo stesso ex calciatore insieme al manager Paul “PK” Kemsley e alla Bunim/Murray Productions.

Una limited series per raccontare la sua vita e gli anni 70, periodo in cui Pelé giocava per i Cosmos di New York. Il progetto è ancora senza nome e in attesa di trovare una piattaforma che lo ospiti.

“Sono cresciuto nel mondo del calcio a livello agonistico ed ora alleno le squadre in cui giocano i miei figli. Ho sempre ammirato Pelé e ho sempre sperato di raccontare la sua storia, – ha detto il CEO di Bunim/Murray Productions – prendendo contatti con Paul Kemsley per parlare di questo progetto. Proprio perché il calcio continua a conquistare crescenti fan in tutto il mondo, adesso è arrivato il momento per raccontare questa storia. Il suo talento, l’umiltà e il carisma lo rendono un modello incredibile e siamo certi che questa serie otterrà successo a livello internazionale”.

Qualità che hanno portato Pelé ad avere una lunga e fruttuosa carriera. Il campione ha iniziato a giocare a 15 anni nel Santos FC. Gli è bastato solamente un anno per approdare nella nazionale brasiliana, all’età di 16 anni. Nazionale a cui ha regalato tre Coppe del mondo: 1958, 1962 e 1970. Per i suoi risultati è stato nominato Giocatore del secolo  dalla IFFHS (International Federatioon of Football History & Statistics) e Atleta del secolo dal Comitato Olimpico Internazionale. Dal suo ritiro dai campi di calcio, nel 1977, Pelé è diventato ambasciatore del calcio in tutto il mondo e nel 2010 è diventato Presidente Onorario dei New York Cosmos.

Una serie tv su Pelé per onorare “uno degli atleti più grandi di sempre”

“Bunim/Murray ha dei precedenti incredibili nel realizzare show televisivi rivoluzionari ed era alquanto evidente che condividiamo la passione per Pelé e il calcio”, ha commentato il manager di Pelé. “Sono certo che cattureranno la magia della New York della fine degli anni 70 e renderanno onore all’eredità di uno degli atleti più grandi di sempre”. Tanto, quindi, l’entusiasmo da parte del 76enne (al secolo Edson Arantes do Nascimento) e del suo team. Sono diverse le pellicole in cui l’ex calciatore è stato al centro della trama. Ultimo in ordine temporale: “Pelé: Birth of a Legend”, il film del 2016 che narra la storia romanzata del calciatore. Dall’infanzia difficile nelle favelas di San Paolo e il rapporto con il padre Dondinho fino alla vittoria del suo primo mondiale nel 1958 con la nazionale brasiliana a soli 17 anni.

Ancora top secret i tempi in cui verrà realizzata la serie tv di Bunim/Murray Productions, da quanti episodi sarà composta e quali attori entreranno a far parte del cast.