Nuova mappa notturna della Terra. Le immagini mozzafiato della Nasa

ROMA – Arriva la nuova mappa notturna della Terra realizzata dalla Nasa, con l’ausilio del satellite Suomi Npp, e dalla Noaa, agenzia per l’atmosfera e gli oceani. Grazie alla localizzazione delle luci, le immagino rilasciano una completa mappatura degli insediamenti umani sparsi sull’intero Pianeta.

Nuova mappa notturna della Terra, ecco la Black marble

E’ stata rinominata Black marble l’immagine composta della Terra nella sua versione più spettacolare, quella notturna. La “foto”, che sostituisce quella realizzata nel 2012, è un chiaro tributo alla “Blue marble” scattata dagli astronauti dell’Apollo 17. Immagine realizzata nel loro lungo viaggio verso la Luna. L’aggiornamento, reso pubblico in questi giorni e che si riferisce agli insediamenti umani rilevati nel corso del 2016, sono stati realizzati dai ricercatori Nasa guidati da Miguel Roman del Goddard Space Flight Center di Greenbelt in Maryland.

Nuova mappa notturna della Terra, ecco come è stata realizzata

Si deve al satellite Suomi NPP la realizzazione della nuova mappa notturna della Terra. Le foto sono scattate quotidianamente tra l’1,00 e l’1,30, orario terrestre. Gli scatti prendono in considerazione ben 3mila chilometri di territorio in maniera verticale, ossia da Polo a Polo. L’elemento più complicato per la realizzazione della mappa è stato quello di eliminare dagli scatti i riflessi della Luna, della stessa Terra, dei mari, degli oceani e dei fiumi. In questo modo sono stata catturate le sole luci “artificiali”. Per compiere questa operazione i ricercatori hanno dovuto “scrivere” algoritmi molto complessi. Grazie agli strumenti satellitari e ai particolari algoritmi scritti è ora possibile distinguere le singole attività umane, persino le festività cittadine come le luminarie o i fuochi d’artificio. Tutto questo, ha spiegato Roman sul sito ufficiale della Nasa, “è semplicemente sbalorditivo”.