spettacolo

No alla Brexit, Colin Firth ha chiesto la cittadinanza italiana

Colin Firth ha chiesto la cittadinanza italianaROMA – “Inorridito” dalla Brexit, Colin Firth ha chiesto la cittadinanza italiana. Non è una delle solite bufale online ma la realtà dei fatti. L’attore ha, infatti, inoltrato la richiesta all’ambasciata italiana di Londra perché preoccupato per le conseguenze dell’uscita dall’Europa.

Colin Firth ha chiesto la cittadinanza italiana. Brexit “un disastro di proporzioni epiche”

D’altronde, sin dall’anno scorso, l’interprete de “Il Discorso del Re” si è detto contrario al verdetto del referendum dello scorso 23 giugno. Un “disastro di proporzioni epiche” lo ha chiamato nelle interviste che ha fatto subito dopo. “Brexit – ha aggiunto – non ha un solo aspetto positivo. Molti colleghi, tra cui Emma Thompson, sono, come me, europei entusiasti, e ancora non riescono a crederci”. Così la decisione di chiedere la doppia cittadinanza. Un modo per restare in Europa insieme alla sua famiglia.

Colin Firth (56 anni) è, infatti, sposato da vent’anni con la produttrice italiana Livia Giuggioli (47 anni). Con lei ha avuto due figli: Luca e Matteo, rispettivamente di 16 e 13 anni. La famiglia vive Chiswick, ad ovest di Londra, ma ha una casa in Umbria dove trascorre le vacanze e il tempo libero. Tra l’altro l’attore parla fluentemente l’italiano. La scelta, quindi, di chiedere la cittadinanza non è una sorpresa per molti.