spettacolo

Assassinare Donald Trump? Johnny Depp provoca al Glastonbury Festival

Johnny Depp provoca al Glastonbury FestivalROMA – Johnny Depp provoca al Glastonbury Festival. A fare il giro del mondo le sue dichiarazioni sul presidente Donald Trump.

L’attore, dal palco di una delle più importanti rassegne musicali d’Europa, ha, infatti, parlato della possibilità di assassinare il tycoon. Quando il discorso è passato alla politica, l’ormai ex pirata dei Caraibi ha detto: “Portatemi qui Donald Trump. Credo abbia bisogno di aiuto!”. Un frase accolta con un discreto consenso.

La frase che sarebbefinita su tutti i giornali – come aveva immaginato lo stesso Depp – era, però, un’altra: “Quando è stata l’ultima volta che un un attore ha assassinato un presidente?”. Una frase che ha destato reazioni varie: dall’approvazione allo stupore.

Depp, al Glastonbury Festival per presentare la proiezione del suo film The Libertine, ha poi precisato: “No, voglio chiarire: non sono un attore. Io mento per vivere”. L’interprete, nella pellicola del 2004, di John Wilmot ha concluso con un riferimento all’ultimo presidente ucciso da un attore: Abraham Lincoln, morto nel 1965 per mano dell’attore John Wilkes Booth. “È passato un po’ di tempo, forse è arrivato il momento”.

Johnny Depp provoca al Glastombury Festival: il disappunto nei confronti di Trump esiste da tempo

Già da tempo Johnny Depp ha manifestato apertamente il suo disappunto nei confronti di Trump. Un anno, l’attore si è travestito da presidente per la parodia di 50 minuti registrata per Funny or Die.

Le sue frasi arrivano a meno di un mese dalla critica della comica Kathy Griffin. La donna si è fatta una foto tenendo in mano un ritratto di una testa coperta di sangue che assomigliava a quella di Trump. La Cnn ha licenziato la Griffin dalla diretta annuale della vigilia di Capodanno. Depp, sul palco, era consapevole che le sue dichiarazioni avrebbero destato scalpore. Resta da capire, quindi, se l’attore dovrà affrontare delle conseguenze per quanto detto.