Youtopia, scontro tra realtà e web: verginità all'asta per la crisi

Youtopia, scontro tra realtà e web: verginità all’asta per la crisi

Youtopia film

ROMA – Cosa succede quando una giovane ragazza mette all’asta sul web la propria verginità? A mostrarlo è Youtopia, diretto da Berardo Carboni con Matilda De Angelis, Donatella Finocchiaro e Alessandro Haber. Dal 25 aprile al cinema con Koch Media.  

Youtopia, il trailer

Youtopia – Trailer Ufficiale | HD

Youtopia è una finestra sul mondo che mostra allo spettatore importanti tematiche: denaro, web e sesso  attraverso gli occhi, le difficoltà e i comportamenti dei protagonisti. 

La pellicola porta a compimento un percorso, che da un lato mostra la realtà così come è: cinica, spietata e asfissiante. Dall’altro lato, invece, racconta come oggi sia possibile e indispensabile cercare nuovi scenari, nuovi desideri e nuove visioni. Matilde, la protagonista, lo fa attraverso Landing: un mondo virtuale, in cui rifugiarsi per staccare la spina alla vita reale ma anche, e soprattutto, un luogo dove provare a cambiare le cose a partire da se stessa.  

A pesare sulla ragazza c’è sua madre Laura, interpretata da Donatella Finocchiaro. La crisi economica l’ha prosciugata: è una donna rincorsa dalla disperazione, dall’alcol e dalla paura di perdere la casa se non paga il mutuo. 

A chiudere il triangolo c’è Ernesto, interpretato da Alessandro Haber. Un uomo di sessant’anni, sposato e padre di un figlio, con il vizio del sesso a pagamento come cura alla sua insoddisfazione.

Youtopia dà al pubblico uno spunto di riflessione su come i tre temi trattati, al giorno d’oggi, entrano i relazione tra loro. Molto spesso le conseguenze di questo rapporto sono quelle descritte dal film: Matilde si spoglia a pagamento per gli utenti del web e mette all’asta la verginità per uscire dalla crisi economica e aiutare la madre. La mamma Laura, dal canto suo, è combattuta. Da un lato si sente in colpa nei confronti della figlia. Dall’altro, invece, è ossessionata dai soldi per salvare la casa. L’unica ossessione di Ernesto, invece, sono il sesso e i soldi e non gli importa se si ritrova davanti una ragazzina.

Un film consigliato a tutti, soprattutto al mondo dei giovani (anche se la censura lo ha vietato ai minori di quattordici anni per la crudezza con cui mostra il rapporto tra denaro, web e sesso). 

VOTO: ★★★★☆

SINOSSI

Sette miliardi di persone, ogni giorno, desiderano quello che non hanno. Ernesto (Alessandro Haber), un farmacista di 60 anni, sposato con un figlio, è convinto che la felicità si misuri con il possesso. E nonostante abbia già moltissimo, è insoddisfatto. Alla continua ricerca di evasione Ernesto alterna la routine della vita famigliare con squallidi incontri notturni.

Laura (Donatella Finocchiaro) è una donna di 44 anni che aspira a quell’ideale di vita patinata come si racconta in TV: luccicante e serena. Si ritrova invece senza lavoro, con un mutuo che fatica a pagare e una figlia di 18 anni, Matilde (Matilda De Angelis), da mantenere.

Matilde, per sfuggire a una realtà che non le permette di avere quello che desidera, si rifugia nel web. Qui scopre un mondo a parte e una scorciatoia per facili guadagni: utilizzare il proprio corpo e spogliarsi davanti alla webcam.

La ragazza viene a conoscenza delle molteplici difficoltà economiche della madre e si offre di aiutarla raccontandole di come abbia messo da parte i soldi. Il loro rapporto si stravolge così per sempre, anche perché gli spogliarelli non sono sufficienti a coprire i debiti e la perdita della casa è una possibilità sempre più concreta per Laura e Matilde. La ragazza decide così, con il consenso sofferto e disperato della madre, di indire un’asta online per vendere la propria verginità.

Ernesto, nella sua costante ricerca di forti emozioni e di nuove “cose” da possedere, riesce ad aggiudicarsela. Matilde per lui rappresenta la trasgressione estrema, ma anche l’idea di poter comprare la purezza. I mondi di Ernesto, Matilde e Laura si incroceranno indissolubilmente.

Youtopia, il poster ufficiale

youtopia film

Partecipa alla conversazione con l’hashtag

#Youtopia

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it