esperti

Ho una comitiva di amici con cui condivido gioie e dolori�?�

Cari esperti,
sono un ragazzo di 17 anni e ho una comitiva di amici con cui condivido gioie e dolori…di recente abbiamo fatto un camposcuola a Barcellona e, come succede in questi viaggi, la sera si passa la nottata insieme ai compagni rinchiusi in una stanza. Nella mia classe c’è anche una ragazza che fa parte del mio gruppo di amici e a cui sono molto legato. Una sera, in albergo, tra una risata e un goccino di troppo, ci siamo baciati, ma nessuno ci ha visto.
Al rientro dalla Spagna tutto è tornato come prima. Io pensavo che fosse finita così ma è capitato di rivedermi con questa ragazza e di “stare insieme”. Lei continua a comportarsi come un’amica, ma io non sono cosa fare, anche perché lei è fidanzata…. Temo di affezionarmi troppo e di volere qualcosa di più da lei, in fondo se stiamo bene come amici potremmo esserlo anche come coppia, giusto?,

Caro Peppe,
questa degli “amici più intimi” è una tendenza molto diffusa tra i giovani di oggi, per alcuni rappresenta un modo di sperimentare la propria sessualità con qualcuno di cui ci si fida e che fa sentire a proprio agio, per altri può essere un modo per eludere la responsabilità di un rapporto stabile.
Di solito, anche se c’è intimità, non ci sono implicazione nel rapporto di amicizia e tutto rimane invariato, a meno che uno dei due si fidanza, e gli incontri terminano, o uno dei due s’innamora.
La tua situazione è un po’ più complicata, perché Lei è fidanzata e tu ti stai coinvolgendo sentimentalmente.
Ti consigliamo di chiarirti le idee e di capire cosa vuoi davvero, altrimenti rischi di rimanere scottato e di rovinare anche questa bella amicizia.
Un caro saluto!,Peppe, 17 anni,01-03-2012,Relazioni di amicizia