esperti

Argomento:

Lavoro in un ospedale e mi sono graffiata con una forbice…

Cari esperti,
sono un operatore sanitario e ,volevo chiedere un parere.Lavoro in un ospedale e mi sono graffiata con una forbice.Dico graffiata perchè non e uscito il sangue, anche se o spremuto ,li, dove la punta della forbice era penetrata.La forbice non aveva macchie di sangue,e,non era utilizzata da almeno 2 ore.In ospedale ci sono ricoverate anche persone aids terminale. Volevo sapere se il virus hiv si può trasmettere con una puntura dalla quale non è uscito il sangue. Grazie anticipatamente per la risposta,

Cara Georgia,
l’HIV si trasmette attraverso lo scambio di fluidi corporei infetti, in qualsiasi stadio della malattia. Sangue, liquido seminale, secrezioni vaginali e latte materno sono fluidi che possono veicolare efficacemente il virus. Benché l’HIV sia stato individuato anche nelle urine, nelle feci, nella saliva e nelle lacrime, la sua concentrazione è talmente bassa da escludere il rischio di contagio. Non è attualmente noto nessun caso di infezione avvenuta attraverso tali liquidi e secrezioni corporei. Il virus è inoltre assente nel sudore.
Generalmente, ogni virus sopravvive con estrema difficoltà al di fuori dell’organismo che lo ospita. Il virus HIV in particolare è molto sensibile: se esposto all’aria aperta muore in un arco di tempo compreso tra i 30 minuti e le 2 ore.
Per tali ragioni e dalla descrizione dei fatti, ci sembra che non ci sia stato uno scambio di liquidi con persone infette, quindi non dovresti correre rischi.
Ad ogni modo, proprio perché lavori in ambito sanitario, ti consigliamo di tenere sempre dei guanti, soprattutto quando maneggi strumenti o stai a contatto con i pazienti, e di non lasciare punti del corpo scoperti.
Un caro saluto!
,Georgia, 36 anni,25-09-2012,Corpo e salute,hiv