esperti

Non mi piace più il mio fisico e ho paura di stare con un ragazzo…

Mi vedo ingrassata…peso 48 e sono alta 1.58.. non mi piace più il mio fisico e ho paura di stare con un ragazzo sia perché ho paura di far cadere tutte le maschere, sia per il mio fisico (seno piccolo) e perché quando sto per mano con qualcuno mi sudano le mani…,

Cara Anonima,
dalle tue parole si intuisce una certa preoccupazione e apprensione circa il tuo corpo e l’aspetto fisico.
Innanzitutto da quanto scrivi, in merito alla tua attuale condizione fisica, ci sentiamo di rassicurarti che non sembrano esserci le condizioni per il sovrappeso, ma probabilmente ti senti e ti vedi cambiata e questo ti rende meno soddisfatta e sembra tu ti piaccia meno. Con la crescita il corpo cambia e si trasforma, ma non sempre i cambiamenti fisici ed emotivi sono semplici da accettare ed elaborare: ci si può sentire insicuri, si dubita di se stessi, oppure non ci si piace. L’adolescenza è un periodo delicato in quanto si sta per diventare grandi, ma ormai non si è più dei bambini.
Bisogna imparare a conoscere se stessi ed il proprio corpo con i suoi limiti e le sue nuove potenzialità. Talvolta capita che il corpo diventa il luogo in cui si trasferiscono disagi e sofferenze che vanno ascoltati e rispetto ai quali bisogna riflettere., accettando le proprie peculiarità, che ci rendono unici.
Alla dimensione corporea si collega anche quella della sessualità, per cui un rapporto sereno con se stessi ci permette di approcciarci con maggiore disinvoltura o piacevolezza anche all’altro e vivere con tranquillità anche la sfera sessuale e le proprie caratteristiche fisiche. Il fatto che ti sudano le mani potrebbe essere indice della preoccupazione che vivi nel momento in cui ti rapporti all’altro, soprattutto dell’altro sesso, come scrivi, perché magari non ti senti del tutto “in pace” con te stessa. Prova a vivere e accettare i cambiamenti che il corpo ti propone e valorizzare le tue caratteristiche positive e risorse, questo è il primo passo per una maggiore accettazione e serenità, che ti permette di rapportarti con gioia anche agli altri.
A volte è difficile superare queste preoccupazioni da soli, e parlarne con qualcuno di cui ci si fada può aiutare molto. Ancora più specifico e utile potrebbe essere parlarne con uno psicologo, che in rapporto di fiducia tutelato dal rispetto del segreto professionale, potrà aiutarti ad individuare meglio l’origine delle tue preoccupazioni.
Speriamo di esserti stati d’aiuto. Se vuoi facci sapere come procedono le cose.
Un caro saluto!
,Anonima, 19 anni ,21-09-2015,Disagio emotivo e/o psicologico