esperti

Argomento:

Abbiamo fatto il test di gravidanza.. dopo 9 giorni dal rapporto a rischio.. risultato negativo.. ciclo mestruale però quasi del tutto assente…

Salve.. mi chiamo gabriele..
Sono un ragazzo di 22 anni sessualmente attivo.. che ha subito trattamenti chemioterapici fino a due anni e mezzo fa… trattamenti ad alto dosaggio vista la presenza di una neoplasia.. una leucemia curata e guarita grazie ad un trapianto di midollo osseo. La mia terapia ad oggi consiste in immunosoppressori e antibiotici.
Da un anno sono in una relazione e da sei mesi sono iniziati i nostri primi rapporti sessuali.
La mia ragazza per problemi ormonali ha seguito una cura a base di aisoskin che, nonostante lei nn avesse rapporti sessuali prima, è stata coadiuvata con anticoncezionali.
La dismissione della sua terapia è subentrata 8 mesi fa. Ma veniamo al dunque.
In questo quadro clinico si inseriscono una serie di rapporti non protetti a coito interrotto che abbiamo consumato regolarmente senza problemi di sorta.
L’ultimo ciclo della mia ragazza risale al sedici luglio duemiladieci e da quella data solo in tre occasioni abbiamo avuto rapporti.
Il 31 luglio, il 3 agosto e il 14 notte considerato che il suo ultimo ciclo ha avuto una durata di 28 giorni.. considerato che non è una ragazza dal ciclo regolare e che delle volte il ciclo le è durato anche 40 giorni.. In ogni occasione nel coito interrotto sono fuoriuscito come adeguatamente consigliato; il rapporto avuto il 14 agosto è avvenuto in acqua e il ciclo non le arrivava nonostante ci fossero i tipici sintomi.. gonfiore dolore all’addome basso, a volte nausea…
Premetto che io sono sicuro di aver rispettato l’interruzione.. ma che le sue paure e le sue angosce mi hanno parecchio messo in apprensione portandomi a dubitare del coito interrotto…
Abbiamo fatto il test di gravidanza.. dopo 9 giorni dal rapporto a rischio.. risultato negativo.. ciclo mestruale però quasi del tutto assente.. o meglio.. il giorno dopo al test c’è stata una perdita.. conforme al ciclo.. che però è durato solo due giorni
Di conseguenza la mia domanda è la seguente..
questo costituisce un problema per la componente ormonale e procreativa della mia ragazza? e inoltre vorrei chiarimenti e delucidazioni inerenti alla questione terapie ed eventuali conseguenze…,

Caro Gabriele,
ci fa piacere sapere che tutto è andato per il verso giusto, anche se ci preme ricordarti che il coito interrotto non può essere considerato un metodo contraccettivo quindi è molto rischioso.
Ci sembra di capire che la tua preoccupazione del momento riguarda la fertilità della tua ragazza che ha dovuto sottoporsi a delle cure ormonali e che ha un ciclo piuttosto variabile. E’ difficile fare delle inferenze senza avere un quadro più chiaro dello stato di salute della tua ragazza, sarebbe importante sapere la sua età, la sua storia clinica, etc… In generale, un ciclo poco abbondante e irregolare, non è necessariemente sintomo d’infertilità, è importante percò indagarne le cause.
Riguardo al farmaco assunto, Aisoskin, usato di solito per curare l’acne, non dovrebbe avere effetti negativi sulla fertilità.
Ti consigliamo vivamente di rivolgerti al ginecologo che la segue e porgli tutte le domande del caso, con l’occasione puoi informarti sul tipo di contraccettivo più adatto alle vostre esigenze.
Se hai altro da chiedere torna a scriverci. Cari saluti!,Gabriele, 22 anni,03-09-2010,Corpo e salute,ciclo mestruale