esperti

Abbiamo una classe che si presenta piuttosto frammentata, spesso ci sono stati litigi e anche il rendimento è stato poco adeguato…

Salve! Sono una professoressa di una scuola superiore. Tra le classi prime che si sono formate quest’anno, ne abbiamo una che si presenta piuttosto frammentata. Gli alunni hanno formato dei piccoli sottogruppi e non collaborano minimamente tra loro. Nonostante noi docenti abbiamo attuato una serie di iniziative didattiche proprio per favorire la cooperazione e l’affiatamento del gruppo classe, spesso ci sono stati litigi e anche il rendimento è stato poco adeguato. Avete dei suggerimenti? Grazie!,

Gentile Professoressa,
effettivamente è importante lavorare sulle dinamiche di classe fin dall’inizio dell’anno scolastico, per creare un clima sufficentemente sereno in cui sia possibile sia procedere con la didattica, sia favorire le relazioni interpersonali tra i ragazzi.
Continuare con attività di gruppo ci sembra piuttosto utile, magari inizialmente con il professore come mediatore interno ai gruppi, che possa stemperare sul nascere i possibili conflitti, dando la possibilità ai ragazzi di trovare insieme soluzioni costruttive piuttosto che mettersi in simmetria per prevalere l’uno sull’altro. Potrebbe anche essere utile aggiungere alla valutazione del lavoro prodotto dal gruppo, una restituzione rispetto alle modalità di svolgimento del lavoro e delle modalità relazionali utilizzate, sottolineando quanto una buona collaborazione aumenti la qualità del prodotto finale e la soddisfazione di tutti i membri del gruppo.
Infine, qualora nella vostra scuola ci sia la possibilità di avere la consulenza di uno/a psicologo/a, sarebbe utile pensare a degli interventi in classe durante l’anno scolastico, durante i quali, attraverso specifiche attività programmate dallo specialista, si possano affrontare e migliorare le problematiche relazionali.
Speriamo di averle dato suggerimenti utili e restiamo a disposizione per eventuali altre richieste.
Buon lavoro!
Cordiali saluti!,Prof. Anonima,16-02-2011,Disagio emotivo e/o psicologico