esperti

Argomento:

Lo amo davvero o è solo profondo affetto?…

Cari esperti,
ho provato in tutti i modi ad evitare di affrontare questo argomento anche con me stessa, ma sono quasi arrivata ad esplodere… e non avendo la voglia di parlarne con nessuno, ho scelto di riferirmi a voi. Cercherò di essere breve, nonostante io senta di aver bisogno di un lungo sfogo. Sono fidanzata da un anno e mezzo con il ragazzo che mi era sempre piaciuto fin da quando avevo 12 anni (ora ne ho quasi 20)… è sempre stato tutto stupendo.. solo che da un mese a questa parte mi sto facendo mille paranoie che convergono tutte su un punto: lo amo davvero o è solo profondo affetto? Io sono davvero molto legata a lui… insieme a lui trascorro giornate, serate, momenti stupendi.. Mi ha aperto gli occhi su tante cose, soprattutto sulla falsità di persone che io ritenevo "amici" (di conseguenza non ho più nessun amico, ma meglio così dal momento che hanno deciso di parlarmi alle spalle, ma questa è un’altra storia). A volte sento come se mancasse qualcosa, il che mi porta a chiedermi se tutto ciò è sufficiente per amare.. Mi piace baciarlo, farci l’amore, ridere, scherzare con lui ma sento che ogni cosa si è affievolita del tutto rispetto a un anno fa.. a volte penso di esserne innamorata davvero, altre invece mi dico che non è così, che ci sto bene e basta ma non lo amo. Il mese scorso gli avevo fatto un discorso che lui definiva "strano": gli avevo chiesto 7 giorni di pausa per riflettere, per fare chiarezza con me stessa..ma il risultato è stato che al secondo giorno l’ho chiamato disperata perchè non riuscivo più a stare senza sentirlo. Lui è innamoratissimo e me l’ha dimostrato in tutti i modi, e in quei giorni è stato malissimo. Il fatto che io continui a domandarmi se lo amo o meno mi dà già la risposta: è probabile che il mio sia solo un profondo, profondissimo affetto, un bene immenso… ma non ho il coraggio di lasciarlo, sono troppo abituata ad averlo a fianco come compagno, confidente, amico, non riuscirei ad immaginare la mia vita senza di lui. Ho paura di stare sola. NON VOGLIO STARE DA SOLA. Altre volte invece mi dico che un lungo periodo di libertà mi farebbe solo bene.. e dovrei solamente "riabituarmi" a non averlo al mio fianco. Sono molto confusa, l’angoscia mi sta logorando. E non voglio farlo soffrire. Scusate se non sono riuscita nel mio intento di essere breve, ma confido comunque in un vostro sostegno.

Cara TristeAnonima,
ci dispiace per questo momento di confusione, ma ti assicuriamo che capitano non di rado nelle relazioni, soprattutto alla tua età.
E’ strano come dopo il grande entusiasmo e il trasporto iniziale tutto può essere invaso da dubbi e tanta confusione, nonostante si sia molto legati all’altra persona. Il fatto è che nei sentimenti si può vivere il paradosso di sensazioni molto forti e completamente contrastanti tra di loro. Ma cerchiamo di trovare un filo in questa tua "foresta" di dubbi…
Da quanto ci scrivi, pensiamo che comunque il rapporto con il tuo ragazzo sia una bella occasione, con lui vivi momenti stupendi, tra voi sembra esserci una bella complicità ed intesa; e allora perchè perdere tutto questo?
D’altro canto però, ci dici che sei rimasta sola, che non hai più amici, e questo forse è il fulcro dei tuoi dilemmi. Il ruolo degli amici è molto importante nella nostra vita relazionale, anche per poter vivere serenamente la coppia; se questo non avviene c’è il rischio che il partner assuma anche il ruolo di amico, confidente e compagno di giochi, riempiendo così tutti gli spazi della nostra vita. Tutto questo può essere molto bello, ma c’è il rischio che diventi TROPPO!
Per quanto possiamo, noi ti consiglieremmo di iniziare a coltivare nuovi rapporti di amicizia, oppure, se lo ritieni possibile, di provare a dare una seconda possibilità a quegli amici che sono sfumati via nell’ultimo anno…  Fino a che lui resterà tutto (o quasi tutto) il tuo mondo sarà difficile fare chiarezza sui tuoi veri sentimenti che ora si confondono con tanti altri vissuti che possono darti un certo senso di "dipendenza".  Solo quando sarai più completa, potrai capire a fondo ciò che provi per lui.
Se ti va continua a scriverci, noi rimaniamo a tua disposizione, crediamo che ognuno debba avere uno spazio di sfogo senza dover arrivare a "esplodere"!
Un caro saluto!,TristeAnonima, 19 anni,06-10-2011,Relazioni di coppia