spettacolo

Ritorno del mito, i Pink Floyd nello spettacolo dei Legend

durgaROMA – Cinquant’anni di emozioni, cinquant’anni di passione. Riprodurre qualcosa di straordinario come la musica dei Pink Floyd, che da mezzo secolo incanta appassionati un po’ ovunque, è qualcosa di molto simile ad una impresa.

Il basso di Roger Waters, la chitarra di David Gilmour, le tastiere di Richard Wright, la batteria di Nick Mason: forse mai come in questo caso ogni elemento è stato quello giusto al momento giusto.

Di band che oggi provano a riprodurre quel sound, quella musica, quelle sonorità ce ne sono molte e più o meno ovunque. Tra queste, una che merita sicuramente menzione, perché in grado di regalare emozioni con musica di qualità, è quella dei Pink Floyd Legend.

La band è nata nel 2005 e da allora realizza spettacoli dedicati a straordinarie opere floydiane come Atom Heart Mother, Live At Pompeii e Dark Side Of The Moon, riempiendo, tra gli altri, il Teatro Palapatenope di Napoli e l’Auditorium della Conciliazione a Roma.

Come nel 2015 il gruppo ha scelto di avvalersi delle grandi qualità vocali della storica vocalist dei Pink Floyd Durga McBroom per una serie di concerti che li vedrà impegnati nei prossimi giorni. Tra le tappe ci sono quelle di Fregene, oggi 2 agosto al ‘Fregene Summer Festival’, Ferento, il 4 agosto all’Anfiteatro romano, e ad Albano Laziale, il 5 agosto all’Anfiteatro Festival.

In programma, poi, anche una data a settembre ad Ostia Antica. L’agenzia Dire ha incontrato Fabio Castaldi, fondatore, bassista e cantante del gruppo, il ‘Roger Waters’ dei Pink Floyd Legend, e Durga McBroom. Nella videointervista hanno raccontato cosa significa tornare a cantare di nuovo insieme. Durga, in particolare, ha fatto rifermento alla “grande emozione” di ricordare le esperienze con i Pink Floyd, con un pensiero commosso alla memoria di Richard Wright, scomparso nel 2008 per un tumore e di cui nei giorni scorsi ricorreva il compleanno (avrebbe compiuto 73 anni).

“Quello che posso anticipare di questo nuovo tour con i Pink Floyd Legend è che ora siamo amici- ha detto Durga- Ci conosciamo quindi ognuno si sente di più a suo agio e quando le cose stanno così, tutto funziona meglio. E’ come quando esci al primo appuntamento: ognuno si sente nervoso, la conversazione decolla con difficoltà ma al secondo appuntamento ti conosci quindi parli, ridi e fai cadere la guardia. Quindi lo show andra’ molto meglio”.

I Legend tornano in tour “con tre date estive- ha detto Fabio Castaldi- Abbiamo coinvolto Durga per ricercare, come il nostro solito, un discorso di fedelta’ nel riproporre i nostri show”. Castaldi si è quindi soffermato sull’emozione di proporre dal vivo un album cosi’ importante per la storia della musica come Dark Side Of The Moon e ha anticipato che “faremo anche altri pezzi”, alcuni tratti anche da “The Finale Cut”, ovvero l’album che ha chiuso l’esperienza di Roger Waters nei Pink Floyd, prima della traumatica separazione.